Domenica 22 Luglio 2018 | 18:44

strategie

Ricercatore lucano
«Servono fondi
per il ritorno dei "cervelli"»

ricercatore lucano Marcello D’Amelio

Marcello D’Amelio

POTENZA - La ricerca scientifica è la strada che nessun Paese può permettersi di non percorrere, e gli investimenti rappresentano non solo un contrasto alle malattie, ma anche un importante risparmio futuro per la spesa sanitaria: per questo motivo è importante che i ricercatori facciano esperienza fuori dai loro confini, perché le esperienze all’estero rafforzano il bagaglio di uno scienziato, ma è cruciale che lo Stato faccia di tutto per farli tornare in Italia.
E’ questa, in sintesi, la visione del ricercatore lucano Marcello D’Amelio, professore associato di Fisiologia Umana e Neurofisiologia nell’Università Campus Bio-Medico di Roma, e coordinatore di un progetto sull'insorgenza del morbo di Alzheimer, che colpisce circa mezzo milione di persone in Italia. D’Amelio, originario di Montemilione (Potenza), ha frequentato l’Università di Bari per poi fare esperienza in altri centri di ricerca italiani e negli Stati Uniti. La ricerca condotta sull'Alzheimer riguarda una specifica area del cervello dove si produce la dopamina, neurotrasmettitore collegato anche ai disturbi d’umore. Gestendo i livelli di dopamina, che si abbassano con la «morte» dei neuroni di quell'area, è possibile contrastare anche la perdita della memoria.

Questo aspetto «apre anche a studi nuovi sulla predisposizione alla patologia, e quindi a nuove ricerche sui fattori di rischio e sui trattamenti», ha aggiunto D’Amelio - nel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi a Potenza con il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, e con l’assessore regionale alla Salute, Flavia Franconi - con un importante fattore di innovazione per una malattia che ha ancora pochi ambiti di cura e di prevenzione. "Abbiamo bisogno di voi», ha poi detto il ricercatore rivolgendosi ai rappresentanti della Regione, «e delle istituzioni locali e nazionali: è un appello al sostegno della ricerca in quanto lo Stato spende molto per le cure, e dare fondi alla ricerca significa anche un risparmio per la spesa sanitaria». Pittella, in videoconferenza, ha quindi evidenziato che «D’Amelio è un’eccellenza lucana, ma soprattutto nazionale: la Basilicata e l’Italia hanno bisogno di ricercatori di questo livello», mentre per Franconi, «la ricerca è una necessità e non un lusso: questo non è un Paese per la ricerca, ma bisogna invertire la rotta e questa sarà nostra battaglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Tap, Emiliano: presi in giro pugliesi che hanno votato M5s

Tap, Emiliano: presi in giro
pugliesi che hanno votato M5s

 
Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

 
Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

 
Foggia, primo stop dal ParmaGrassadonia: difficoltà previste

Foggia, primo stop dal Parma
Grassadonia: difficoltà previste

 
Lecce, incendio fa strage di animaliin allevamento: morte oltre 400 bestie

Lecce, incendio fa strage di animali in allevamento: morte oltre 400 bestie

 
Maturità, Puglia prima per 100 e lodeDa noi 1.066 superbravi su 6mila in Italia

Maturità, Puglia prima per 100 e lode: 1.066 superbravi su 6mila in Italia

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS