Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 19:03

Turisti dall'Italia e dall'estero

Uomo di Altamura, in 3 giorni
oltre mille visitatori al Museo

Uomo di Altamura, in 3 giornioltre mille visitatori al Museo

ONOFRIO BRUNO

ALTAMURA - Primo fine settimana con il «botto» per l’Uomo di Altamura. Oltre mille persone hanno visitato il Museo archeologico per ammirare il modello iperrealistico del Neanderthal che è la grande attrattiva dell’intera rete museale, approfittando anche dell’ingresso gratuito. Più limitata l’affluenza negli altri due siti dove, comunque, si paga già il biglietto. Bilancio molto positivo anche se si pongono le prime questioni sul funzionamento complessivo, con vari aspetti da migliorare.
I dati, innanzitutto. Al Museo archeologico il picco si è avuto sabato, con 500 presenze, e anche domenica è andata molto bene, circa 400. Due giorni privilegiati in cui l’apertura è solo antimeridiana mentre nei feriali c’è orario continuato sino a sera.

In attesa dell’aggiudicazione al gestore unico della rete museale, non c’è biglietto d’ingresso. Si segnala già una grande difficoltà perché il personale è di poche unità per far fronte a questi arrivi massicci cui la struttura statale non è abituata.
Sono stati 70 i biglietti staccati a Palazzo Baldassarre da venerdì a domenica, mentre sono stati quasi 200 gli accessi al centro visite di Lamalunga, conteggiando anche gli studenti che vi hanno fatto tappa giovedì. Nei due siti comunali, che osservano l’apertura dal martedì alla domenica (i lunedì solo se festivi), si entra con biglietto di 4 euro, ridotto a 2 per i gruppi scolastici.
Il primo problema, in tutta evidenza, è essere arrivati in extremis alla gara per l’aggiudicazione del servizio al gestore unico dei tre luoghi (più l’info point in via Treviso). Il termine per presentare le offerte è il 14 aprile, in ritardo rispetto alla data del 31 marzo, fissata dalla Regione per la fruizione. La data è stata rispettata dal Comune solo grazie a un affidamento in proroga all’associazione temporanea di scopo, con il Cars capofila, che già aveva in gestione Lamalunga.

Ferma restando la differenza fra biglietto e ingresso libero, i numeri del primo fine settimana mostrano una rete museale (sito: www.uomodialtamura.it) a due velocità con un predominio netto del Museo. Era prevedibile.
Dice la direttrice Elena Saponaro: «Abbiamo avuto un grande afflusso, con gruppi provenienti da varie regioni e molti stranieri. Dopo il percorso espositivo e la camera immersiva, quando si arriva all’Uomo di Altamura si percepisce da parte dei visitatori una forma di rispetto, quasi silenzioso». Una nota simpatica: si sprecano i commenti sulla nudità ed è arrivato già qualche invito a coprirla. Quanto alla segnaletica, è solo in italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione