Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 21:32

per non aver commesso il fatto

Soldi per la candidatura
assolto sindaco di Valenzano

Antonio Lomoro sindaco di Valenzano

BARI - Il gup del Tribunale di Bari Giovanni Anglana ha assolto «per non aver commesso il fatto» il sindaco di Valenzano, Antonio Lomoro, accusato in concorso con un consigliere comunale di aver indotto l’ex vicesindaco Francesca Ferri a pagare mille euro al mese in cambio della candidatura alle elezioni regionali in Puglia del maggio 2015.
La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato in cui Ferri, che aveva fatto partire l’indagine con una denuncia, si era costituita parte civile. Il pm che ha coordinato le indagini, Claudio Pinto, aveva chiesto per Lomoro, difeso dall’avvocato Salvatore Campanelli, la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione. Per la stessa vicenda sarà processato con il rito ordinario a partire dal prossimo 4 maggio il consigliere comunale Agostino Partipilo.
Stando alla denuncia della presunta vittima, i due indagati l'avrebbero indotta «a consegnare loro indebitamente 1.020 euro mensili, corrispondente all’indennità percepita per la carica rivestita, non riuscendo nell’intento per rifiuto della stessa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione