Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 23:57

Monopoli

Giovanni Longo, 29 anni
Svanito nel nulla dal 6 marzo

I genitori: «Ritorna»

Giovanni Longo, 29 anniSvanito nel nulla dal 6 marzo

Eustachio Cazzorla

MONOPOLI - L’appello disperato dei genitori si riassume in una sola parola: «Torna». Di Giovanni Longo, 26 anni, giovane tranquillo, dedito a lavori saltuari, non si hanno notizie dal 6 marzo.

La porta della cameretta, nella casa di campagna in contrada Stomazzelli dove spesso alloggiava, aperta, il cellulare spento, Giovanni ha preso con sé pochi euro e si sarebbe allontanato a piedi. Nessun altro indizio. I familiari hanno provato a fare delle piccole indagini per proprio conto, il giovane sarebbe stato avvistato la sera di martedì 7 marzo nei pressi del Palasport di via Fiume, e il giovedì seguente, 9 marzo, alcuni testimoni lo avrebbero notato, a piedi, lungo la Gravina di Cisternino. Le segnalazioni finora non hanno trovato riscontri.

Il padre, Piero Longo, e la madre, Mariantonietta Ladogana, sono molto preoccupati. Chiunque dovesse riconoscerlo può chiamare il 380/3025625.

Da qualche giorno il fascicolo che riguarda Giovanni, aperto nel commissariato di Polizia, non reca più la dicitura «allontanamento volontario» ma «scomparsa».

Ci si interroga sulle cause. Giovanni Longo, dopo avere lasciato gli studi, faceva il giardiniere, ma anche il parcheggiatore lungo la costa, se necessario. «Un ragazzo tranquillo», lo descrivono gli amici, bello al punto giusto che in chat riusciva a conoscere tanta gente e anche delle ragazze di cui spesso si innamorava.

Ma non è sulla pista passionale che si muovono gli investigatori. Sembra esserci forse più un motivo prettamente economico alla base di questa storia che ha dei risvolti apparentemente incomprensibili.

Poi ci sono dei fatti che dalla famiglia vengono interpretati come segnali. Nella casetta di campagna una scopa è stata trovata di traverso all’ingresso di un deposito. Le reti degli ulivi sono state messe al bordo del letto del giovane, quasi a ospitare qualcuno accanto. Secondo i familiari, Giovanni potrebbe avere fatto ritorno in segreto per alcuni momenti nella casetta a Stomazzelli.

Le indagini della Polizia proseguono nel massimo riserbo. Gli amici lanciano appelli tramite i social network. In effetti il primo a lanciare l’allarme è stato un amico di Polignano.

Al momento dell’allontanamento, Giovanni Longo indossava una felpa con cappuccio di colore grigio, jeans e scarpe antinfortunistiche. Nella segnalazione di scomparsa, da qualche giorno diffusa dalla Questura di Bari in tutto il territorio nazionale, si traccia anche una descrizione del giovane giardiniere. È alto 1 metro e 85, ha capelli corti ricci, occhi castani e pesa circa 65 chili. A quanto pare, si era avvicinato al mondo dei Testimoni di Geova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione