Cerca

Montemurro

«Nel Pertusillo spuntano
tracce di idrocarburi»

di Pino Perciante

Nel Pertusillo ora spuntano tracce di idrocarburi. Ancora una volta analisi private contrastano con quelle pubbliche. Ieri, sono arrivati i risultati degli ennesimi rilievi ordinati ad un laboratorio privato accreditato dall’associazione «Cova contro» dopo la comparsa, nelle scorse settimane, delle macchie di coloro scuro sulla superficie del lago. «Gli idrocarburi che l’Arpab ha escluso sono, invece, presenti in tre campioni su tre – spiega l’attivista Giorgio Santoriello –ed in uno si supera anche il limite dei 200 microgrammi».

Il campione dove il valore di idrocarburi ha superato la soglia di attenzione è stato prelevato in contrada «Spartifave» di Grumento: si è arrivati a 213 microgrammi litro. Nessuno degli altri campioni ha superato questa soglia. Nel campione di acqua prelevato a Masseria Crisci sono stati trovati 192 microgrammi litro di idrocarburi. Non solo idrocarburi ma anche fosfati oltre i limiti.

Nel campione prelevato a Masseria Crisci tra il 22 e il 25 febbraio, infatti, il laboratorio avrebbe rilevato 1, 27 milligrammi litro di fosfati rispetto ad una soglia di riferimento che è di 0, 7. Inoltre, sempre a Masseria Crisci sono stati trovati anche 47 microgrammi litro di manganese (soglia a 100) e 65 milligrammi litro di solfati (limite a 250). «Quindi – scrive Santoriello sul suo blog -contaminazione da fosfati ed idrocarburi in due aree del lago distanti tra loro 3, 6 chilometri.

Adesso la magistratura ha l’obbligo di riaprire le indagini sul Pertusillo archiviate nel 2013. Ci prendiamo la responsabilità di dire a lucani e pugliesi che qualora la potabilità di queste acque sia ufficialmente garantita noi abbiamo il ragionevole e supportato dubbio che la certezza non coincida sempre e comunque con la sicurezza sanitaria, perché numerosi inquinanti, anche se sotto la soglia, se stabilmente presenti nel tempo possono prefigurare alla lunga un danno sanitario soprattutto per le fasce più deboli. I vertici di Regione ed Arpab dovrebbero dimettersi». Il rebus del Pertusillo continua, tra analisi pubbliche che dicono una cosa e analisi private che dicono l’esatto contrario. Per dirla tutta la situazione si intorbida sempre di più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione