Domenica 22 Luglio 2018 | 18:44

Schema idrico Basento-Bradano

20 anni, miliardi spesi e abbandono
Ecco il progetto dei sogni traditi

20 anni, miliardi spesi e abbandonoEcco il progetto dei sogni traditi

ANTONIO MASSARO

GENZANO DI LUCANIA- Che fine ha fatto il celebrato progetto pilota nell'ambito del più articolato mega schema idrico «Basento-Bradano?».
E' la domanda che si pongono tanti agricoltori della fascia bradanica che intravedevano in questo progetto un promettente avvio del più ampio piano di irrigazione del comprensorio. Piano che nelle intenzioni avrebbe dovuto trasformare le attuali colture estensive in intensive con più raccolti nel corso dell'anno e quindi con innegabili vantaggi a favore della depressa economia locale.
E invece cosa è successo? E' presto detto. Il progetto-pilota in agro di Acerenza e Oppido Lucano all'inizio di 800 ettari, poi portati a 1200, finanziato oltre 20 anni addietro dalla Regione Basilicata con 8 miliardi di vecchie lire, realizzato e perfino collaudato, si trova per usare un eufemismo in stato di quiescenza. Insomma nella formula più giusta abbandono totale per la rabbia degli agricoltori.
Progetto pilota, presentato dall’Ente irrigazione di Puglia e Basilicata, in un convegno a Genzano nel lontano 1998. La struttura: bocchette e contatori per l'irrigazione dei campi, una grande vasca e non per ultima anche l'abitazione per il custode. Il tutto fra le erbacce e degrado, e con tralicci che mostrano segni di decadimento. Un esperimento mai partito, fra le imprecazioni degli agricoltori.
«Una beffa - dicono esasperati - una cattedrale nel deserto. Spreco di denaro pubblico per una struttura che sta lì a marcire».
A rincarare maggiormente la dose è un agricoltore che gestisce la sua azienda in agro di Acerenza in contrada «Macchione». «Siamo alle solite -dice Carlo Baldantoni - sarà colpa della burocrazia, o della politica , fatto sta che da queste parti non decolla nulla. Dirò di più al danno si aggiunge anche la beffa. Dal Consorzio di bonifica arrivano anche le bollette da pagare per il canone irriguo, un servizio mai visto e mai entrato in funzione».
Insomma l'auspicata irrigazione che avrebbe dovrebbe cambiare il volto dell'area non arriva.
Per dirla in breve una copia in piccolo del più grande schema «Basento-Bradano» che ideato circa 40 anni fa, tra mille traversie e denaro speso, può contare fino ad oggi delle dighe di Genzano e Acerenza e delle relative opere adduttrici dal Camastra- Traversa di Trivigno per convogliare le acque del fiume Basento fno ai suddetti invasi.
Al momento mancano le opere di canalizzazione a valle della diga sulla Fiumarella di Genzano, il cosiddetto distretto «G». Ad oggi dopo anni di contenziosi e con le sentenze definitive del Tar e del Consiglio di Stato. l'opera è stata appaltata alla ditta campana D'Agostino Costruzioni per 45 milioni di euro più le spese accessorie. Sarà la volta buona?
Dal Consorzio di bonifica Vulture- Alto Bradano assicurano che entro la fine dell'anno partiranno gli interventi. Si tratta di lavori della durata di due anni e mezzo.
Lavoratori edili ed agricoltori, troppe volte traditi, incrociano le dita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Tap, Emiliano: presi in giro pugliesi che hanno votato M5s

Tap, Emiliano: presi in giro
pugliesi che hanno votato M5s

 
Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

 
Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

 
Foggia, primo stop dal ParmaGrassadonia: difficoltà previste

Foggia, primo stop dal Parma
Grassadonia: difficoltà previste

 
Lecce, incendio fa strage di animaliin allevamento: morte oltre 400 bestie

Lecce, incendio fa strage di animali in allevamento: morte oltre 400 bestie

 
Maturità, Puglia prima per 100 e lodeDa noi 1.066 superbravi su 6mila in Italia

Maturità, Puglia prima per 100 e lode: 1.066 superbravi su 6mila in Italia

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS