Cerca

Sabato 19 Agosto 2017 | 12:58

Dopo denuncia della Carluccio

Rifiuti, Digos in Comune
a Brindisi per extra ai dirigenti

Nei giorni scorsi la sindaca aveva deliberato di chiedere la restituzione a funzionari e dirigenti di oltre 220mila euro

Rifiuti, Digos in Comunea Brindisi per extra ai dirigenti

La Digos di Brindisi si è stata negli uffici del Comune di Brindisi dove ha acquisito documenti sugli emolumenti per un totale di 220mila euro incassati da alcuni dirigenti, lo scorso febbraio, per il lavoro svolto in seno all’Aro Brindisi 2 (Ambito di raccolta ottimale per la gestione dei rifiuti). Si tratta di una vicenda su cui la sindaca, Angela Carluccio, aveva avviato una inchiesta interna chiedendo spiegazioni al segretario generale e al collegio dei revisori che nel loro parere hanno rilevato profili di "illegittimità dei pagamenti».
Anche il commissario per la gestione del ciclo dei rifiuti della Puglia, Gianfranco Grandaliano, nella riunione dell’Aro Brindisi 2 di lunedì scorso aveva rilevato delle anomalie tra cui l’assenza dei titoli autorizzativi ai pagamenti e il mancato rispetto del criterio dell’onnicomprensività degli stipendi dei dirigenti che vieterebbe la corresponsione di «extra» per attività svolte ai fini istituzionali. A quanto si apprende, si tratta di un accertamento svolto d’iniziativa da parte della polizia giudiziaria. Non c'è ancora un fascicolo aperto in procura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione