Martedì 14 Agosto 2018 | 19:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

«Punta Grossa»

Resort di Porto Cesareo
revocato il sequestro
130 assolti e prosciolti

Resort Porto Cesareo revocato il sequestro  130 assolti e prosciolti

BARI - Il Tribunale di Lecce ha assolto 49 imputati e ha dichiarato la prescrizione dei reati contestati agli altri 81, revocando il sequestro del residence 'Punta Grossà di Porto Cesareo, al termine del processo di primo grado per lottizzazione abusiva e reati ambientali contestati a 130 persone, tra proprietari e funzionari pubblici, relativi alla costruzione del resort.

In particolare il giudice monocratico di Lecce Roberto Tanisi ha assolto «perché il fatto non sussiste» 46 soci di multiproprietà, l’allora dirigente regionale del settore Ecologia Luca Limongelli e i responsabili dell’assessorato all’Urbanistica della Regione, Luigi Ampolo e Giuseppe Lazazzera (per i funzionari della Regione la stessa accusa aveva chiesto l'assoluzione). Dichiarata la prescrizione dei reati contestati ad altri 75 proprietari di immobili, a Fernando Iaconisi, amministratore unico della Fgci Srl, la società che gestiva la struttura, ai progettisti Claudio Conversano e Cosimo Nestola, all’ex sindaco di Porto Cesareo, Luigi Fanizza, in carica dal 2001 al 2006, e ai due responsabili dell’Ufficio tecnico del Comune, Cosimo Coppola e Giovanni Ratta.

Il complesso residenziale era stato sequestrato nell’ottobre 2011. L’accusa riteneva che fossero stati lottizzati abusivamente terreni in aree protette con la realizzazione di un villaggio turistico comprendente hotel, piscina, discoteca, ristorante, campi da tennis e calcio e 156 unità abitative del valore di oltre 50 milioni di euro.

Secondo la Procura di Lecce per le loro caratteristiche paesaggistiche quelle aree sono ritenute di notevole interesse pubblico (la Palude del Conte, la Duna di Punta Prosciutto e la Riserva marina di Porto Cesareo) e per questo sottoposte a vincoli ambientali e paesaggistici che sarebbero stati violati dai funzionari pubblici nel rilascio delle autorizzazioni, da progettisti e dagli stessi proprietari.

Per quasi tutti gli imputati la magistratura salentina aveva chiesto condanne fra 1 anno e 3 anni di arresto e ammende fino ai 90mila euro. Al termine del processo che si è concluso con soli proscioglimenti e assoluzioni, il giudice ha disposto la revoca del sequestro dell’intero complesso alberghiero con restituzione ai legittimi proprietari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

ponte crollato genova

«Ero a 100 metri dal ponte che si sbriciolava, io sono un miracolato»

 
ponte Morandi

Il ponte prima e dopo il crollo
Reazioni e cordoglio sui social

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Il Sud e il futuro del centrodestra:i temi roventi di Everest 2018

Il Sud e il futuro del centrodestra: i temi roventi di Everest 2018

 
Romano: «Gruppo Leu in Regione?Per ora è un'ipotesi letteraria»

Romano: «Gruppo Leu in Regione? Per ora è un'ipotesi letteraria»

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS