Giovedì 19 Luglio 2018 | 00:25

la storia

Scomparso nel nulla da Potenza
bimbo senza nome e senza padre

minori rifugiati

foto d'archivio

POTENZA - A cinque anni, suo malgrado, è già sugli schedari della polizia di tutta l’Europa, con un «giallo» in più: non si sa bene quale è il suo cognome.
Sarebbe una storia buffa, se non fosse triste, quella di un bambino al centro di un procedimento al Tribunale die minori e uno al Tribunale ordinario che si è concluso ieri. Un bimbo come tanti, venuto alla luce, stando all’atto di nascita, grazie all’amore tra un lucano e una donna dell’Est. Ma poi le cose sono cambiate: un’assistente sociale del comune dove la famigliola risiedeva ha raccolto la confessione di uno dei genitori: il bimbo non era figlio naturale del padre ma questi lo aveva riconosciuto come proprio, appena nato, solamente per amore (e in qualche modo solidarietà) nei confronti della madre, vedendola sola e in difficoltà.

La notizia, tecnicamente, è notizia di reato. «Concorso in alterazione di stato civile» la contestazione per papà e mamma «il primo attestando falsamente la sua paternità naturale all’ufficiale di stato civile, la seconda sottoscrivendo il citato atto». Insieme alla Procura si attiva anche il Tribunale dei minori e il padre decade dalla potestà genitoriale.
Ma c’è un ma. E il ma sta nella mancanza di certezze che ieri ha portato ad assolvere con formula piena il padre (difeso dall’avv. Loredana Satriani) e con quella dubitativa la madre (avv. Giorgio Cassotta). La donna e il bimbo, infatti, sono svaniti nel nulla. Non è riuscita a rintracciarli la polizia, non ci è riuscita (allargando il raggio al Paese d’origine materno e ad altre nazioni europee) nemmeno l’Interpool. Conseguentemente non è stato possibile fare quell’esame del Dna indispensabile per accertare la paternità.
Così la situazione è paradossale: quel bimbo non ha più un padre naturale ma non è certo che il padre naturale non sia tale. E quindi qualora lo si trovasse non si saprebbe nemmeno come chiamarlo, col nome del padre o della madre, e nemmeno certezze ci sono su come si fa chiamare ovunque sia ora. Una piccola «scheggia» che sfugge a ogni regola. Senza nemmeno saperlo. [g.riv.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Da oggi la Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi muri

La Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi edifici

 
Torre Panoramica

Bari, in arrivo una torre panoramica alta 75 metri

 
Battiti Live

Battiti Live, gran finale a Bari il 29 Gazzetta porta 10 di voi nel backstage

 
Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati lavora dopo 3 anni»

Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati trova lavoro dopo 3 anni»

 
Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

 
Palagiustizia

Palagiustizia Bari, le due nuove sedi pronte entro un mese

 
Tap, Mattarella: «Impegno a andare avanti»

Tap, Mattarella rassicura l'Azerbaijan: «Andremo avanti»

 
Antonio Albanese

Baricalcio, l’imprenditore Albanese: «Io contattato da Giannini»

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS