Cerca

Lunedì 11 Dicembre 2017 | 08:37

nove presunte vittime

Violenze sessuali su minori
in due Comuni del Foggiano
a giudizio un ex sacerdote

tribunale di Bari

Giovanni Trotta, ex sacerdote, imputato a Bari

BARI - Sarà processato con il rito abbreviato a partire dal 14 marzo il 56enne Giovanni Trotta, ex sacerdote ed ex allenatore di una squadra di calcio giovanile, imputato a Bari per violenza sessuale aggravata, produzione e diffusione di materiale pedopornografico e adescamento di minori. I fatti contestati, commessi in due piccoli centri del foggiano, risalgono al 2014, epoca in cui l’indagato era già stato ridotto allo stato laicale (il 16 marzo 2012) e aveva cominciato a fare l'allenatore di una squadra di calcio giovanile. Trotta però si spacciava ancora per sacerdote e si faceva chiamare dai bambini e dai genitori 'don Giannì.

Nell’udienza preliminare, iniziata questa mattina dinanzi al gup del Tribunale di Bari Roberto Oliveri del Castillo, l'imputato ha chiesto ed ottenuto di essere processato con il rito alternativo. Contro di lui si è costituito parte civile uno dei nove minori presunte vittime degli abusi. Trotta, già condannato in primo grado a otto anni di carcere per violenza sessuale su un undicenne, è ora accusato dalla Procura di Bari di altri nove casi di presunti abusi nei confronti di minorenni di età compresa fra i 12 e i 13 anni che facevano parte dello stesso gruppo di giovani calciatori del primo ragazzino. Le indagini, coordinate dal pm Simona Filoni, hanno accertato che Trotta avrebbe violentato cinque minori affidati alla sua custodia in quanto dirigente e allenatore della squadra di calcio frequentata dai bambini, nonché loro docente di lezioni private. Gli abusi sarebbero stati commessi nell’abitazione dell’uomo, singolarmente o in gruppo, e i ragazzini sarebbero stati filmati durante gli atti sessuali. E’ inoltre accusato di pornografia minorile e divulgazione di materiale pornografico e adescamento di altri quattro dodicenni attraverso le chat di Whatsapp e Facebook.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione