Cerca

Arresti nelle città di Barletta, Andria, Trani, Bari e Matera

Assalti ai bancomat e furti in aziende
in manette una banda di 13 persone

Assalti ai bancomat e furti in aziende in manette una banda di 13 persone

di Annadelia Turi

BARI - Erano specializzati in assalti ai bancomat e ai furti in stabilimenti industriali e commerciali. Due bande autonome di esperti erano capaci di operare nelle province di Bari e Bat con sistemi che quasi sempre riuscivano a far portare a termine il colpo. L'organizzazione però è stata smantellata all'alba dalla polizia, in particolare dal commissariato di Andria e dalla squadra mobile della questura di Bari. Tredici i provvedimenti disposti dalla Procura di Trani: 11 quelli eseguiti. Due persone mancano all'appello.

Il gruppo operava nelle zone di Andria e contava sulla presenza di noti pregiudicati di Minervino e Spinazzola. Le indagini sono partite nell'agosto 2015 e concluse a maggio dello scorso anno a seguito di un furto avvenuto allo sportello bancomat di una filiale delle Poste Italiane di Andria. Durante il colpo i banditi hanno utilizzato uno strumento esplosivo definito tecnicamente "marmotta" per far saltare il dispositivo contenente il denaro.

Quattro i furti e 5 gli assalti ai bancomat contestati al gruppo nell'ambito delle indagini. Per i colpi i banditi utilizzavano auto di grossa cilindrata e spesso organizzavano azioni mirate anche nel Materano.

Nonostante le difficili condizioni ambientali nelle quali la polizia ha operato gli investigatori sono riusciti ad individuare le cupe dei malviventi e a sequestrate quasi 5 chili di esplosivo, fucili, jammer e le ormai note "marmotte". Il gruppo utilizzava pale in ferro con un foro contenente sostanza esplosiva capace di far saltare in aria il bancomat in circa due minuti e mezzo. Recuperate nel corso delle indagini tre pistole e un ariete che veniva usato per dare spinta alla marmotta e sfondare il bancomat.

Tra gli arresti arrestati, quasi tutti di Andria, spicca Domenico Di Bari che capeggiava il gruppo dedito ai furti e Michele Garrone quello degli assalti ai bancomat. Tra questi ultimi colpi c'è quello del 20 aprile 2016 durante il quale i banditi hanno utilizzato il bollettino postale relativo al verbale di una dei mezzi riconducibile all'organizzazione. Particolare non passato inosservato agli agenti per risalire alla banda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400