Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 17:05

Giuseppe Anastasio raggiunto da colpi di pistola stamane alle 4

S. Severo, ucciso pregiudicato
Nel 2002 ammazzò una bimba

carabinieri operazione contro la Scu

Il luogo dell'omicidio avvenuto all'alba a San Severo (foto Maizzi)

SAN SEVERO (FOGGIA) - Un uomo di 33 anni, Giuseppe Anastasio, pregiudicato di San Severo, è stato ucciso stamane alle 4, a San Severo, con colpi di pistola. L’uomo, secondo quanto accertato dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia, è stato raggiunto da alcuni proiettili cal. 7,65 sparati da sconosciuti. 

Anastasio era stato condannato per avere ucciso per errore nel 2002, in un agguato diretto a un altra persona, una bimba di 12 anni, Stella Costa, che era scesa in strada con la madre a buttare la spazzatura. Anastasio, all’epoca appena diciottenne, sparò contro un uomo ma un proiettile vagante raggiunse la piccola, uccidendola. Per quell'omicidio, l’anno successivo fu condannato a 12 anni di reclusione con il rito abbreviato.

Questa mattina, Anastasio è stato ucciso con alcuni colpi di pistola calibro 7,65 che lo hanno raggiunto alla testa e all’addome. I carabinieri del comando provinciale di Foggia in queste ore stanno ascoltando parenti e amici della vittima e stanno anche verificando l’eventuale presenza di videocamere nella zona. «Le indagini - dicono gli investigatori - non tralasciano alcuna pista e, al momento, non ce n'è una privilegiata». Non escludono che l’omicidio sia legato a una possibile vendetta legata alla morte della bambina anche se, sottolineano, «in questo caso si tratterebbe di una vendetta di tipo mafioso mentre la famiglia della piccola vittima è costituita da gente per bene, non certo mafiosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione