Martedì 14 Agosto 2018 | 17:38

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Giuseppe Anastasio raggiunto da colpi di pistola stamane alle 4

S. Severo, ucciso pregiudicato
Nel 2002 ammazzò una bimba

carabinieri operazione contro la Scu

Il luogo dell'omicidio avvenuto all'alba a San Severo (foto Maizzi)

SAN SEVERO (FOGGIA) - Un uomo di 33 anni, Giuseppe Anastasio, pregiudicato di San Severo, è stato ucciso stamane alle 4, a San Severo, con colpi di pistola. L’uomo, secondo quanto accertato dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia, è stato raggiunto da alcuni proiettili cal. 7,65 sparati da sconosciuti. 

Anastasio era stato condannato per avere ucciso per errore nel 2002, in un agguato diretto a un altra persona, una bimba di 12 anni, Stella Costa, che era scesa in strada con la madre a buttare la spazzatura. Anastasio, all’epoca appena diciottenne, sparò contro un uomo ma un proiettile vagante raggiunse la piccola, uccidendola. Per quell'omicidio, l’anno successivo fu condannato a 12 anni di reclusione con il rito abbreviato.

Questa mattina, Anastasio è stato ucciso con alcuni colpi di pistola calibro 7,65 che lo hanno raggiunto alla testa e all’addome. I carabinieri del comando provinciale di Foggia in queste ore stanno ascoltando parenti e amici della vittima e stanno anche verificando l’eventuale presenza di videocamere nella zona. «Le indagini - dicono gli investigatori - non tralasciano alcuna pista e, al momento, non ce n'è una privilegiata». Non escludono che l’omicidio sia legato a una possibile vendetta legata alla morte della bambina anche se, sottolineano, «in questo caso si tratterebbe di una vendetta di tipo mafioso mentre la famiglia della piccola vittima è costituita da gente per bene, non certo mafiosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

ponte Morandi

Il ponte prima e dopo il crollo
Reazioni e cordoglio sui social

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Il Sud e il futuro del centrodestra:i temi roventi di Everest 2018

Il Sud e il futuro del centrodestra: i temi roventi di Everest 2018

 
Romano: «Gruppo Leu in Regione?Per ora è un'ipotesi letteraria»

Romano: «Gruppo Leu in Regione? Per ora è un'ipotesi letteraria»

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS