Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 05:38

Pallottola sfiorò una cliente

S. Severo, sparò durante rapina
in tabaccheria: in cella 17 enne

Altro sanseverese in manette per furti in Riviera. A Torremaggiore preso pregiudicato: nascondeva una pistola

S. Severo, sparò durante rapinain tabaccheria: in cella 17 enne http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/video/mediagallery/852904/s-severo-sparo-in-tabaccheria-per-rapina-arrestato-17enne.html

E' stato catturato dai Carabinieri il minorenne di 17 anni che lo scorso 8 dicembre si rese responsabile di una rapina in una tabaccheria di San Severo durante la quale esplose un colpo di pistola che sfiorò una cliente. I militari hanno eseguito due ordinanza di custodia cautelare in carcere, per i reati di rapina aggravata e detenzione abusiva di armi ritenendo il giovane autore del colpo avvenuto nel pomeriggio.

Il giovane, dopo aver fatto irruzione nella tabaccheria, esplose un colpo di pistola, arraffò il bottino di circa mille euro e fuggì subito dopo a bordo di una moto. Grazie alla registrazioni delle telecamere di videosorveglianza, nonchè al rilievo di impronte digitali, i militari hanno immediatamente indirizzato le indagini verso il giovane pregiudicato del posto, all’epoca dei fatti domiciliato presso una comunità per minori. Rintracciatolo, i Carabinieri lo hanno sottoposto ad accertamento stub per verificare la presenza sullo stesso di eventuali residui di polvere da sparo, e hanno acquisito ulteriori preziosi dettagli sugli indumenti indossati dal ragazzo che, comparati con quelli utilizzati dal rapinatore, hanno fornito chiari indizi a suo carico. Il giovane, reo confesso, è stato arrestato e tradotto presso l’istituto penitenziario per minorenni di Bari, dovrà rispondere di rapina aggravata in concorso e porto abusivo di armi.

Un altro provvedimento di arresto è stato eseguito nei confronti di Federico Colapietra, 21 anni, pregiudicato, ritenuto responsabile di un furto all’interno di una gioielleria e di un altro all’interno di un'abitazione, commessi a Riccione unitamente ad altri complici.

A Torremaggiore, inoltre, i carabinieri hanno arrestato per detenzione di arma il pregiudicato, Leonardo Nardino, 47 anni. All’interno della cucina dell’abitazione dell’uomo i Carabinieri hanno trovato un revolver di produzione belga, sprovvisto di matricola e illegalmente detenuto. L’arma, di piccole dimensioni e quindi facilmente occultabile, è risultata perfettamente efficiente e funzionate. L’arma, sequestrata, sarà invece sottoposta ad ulteriori accertamenti per verificare un suo eventuale utilizzo in occasione di qualche delitto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione