Sabato 21 Luglio 2018 | 19:39

in atto verifiche

Card idrocarburi
circa 6mila ricorsi

Card idrocarburicirca 6mila ricorsi

di LUIGIA IERACE

POTENZA - Sono circa 6.000 le segnalazioni di mancato accredito del quarto e ultimo bonus idrocarburi. Completate, infatti, il 9 novembre le operazioni di accreditamento di complessivi 319.462 bonus idrocarburi, inerenti il fondo costituito con le royalties corrisposte nel 2013 dagli operatori petroliferi sulle produzioni di idrocarburi anno 2012 (Fondo 2012), non rimane che completare l’ultima fase di verifica delle segnalazioni di mancato accredito, prima di chiudere definitivamente la partita della card idrocarburi in Basilicata, ormai soppresso.
Con le recenti modifiche normative, infatti sono cambiate le finalità di utilizzo del Fondo indirizzato al sostegno dello sviluppo economico dei territori interessati dall’attività estrattiva e alla realizzazione di una social card per i residenti.

È la Direzione generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e le infrastrutture energetiche del Ministero dello Sviluppo Economico a fare il punto sull’andamento dell’erogazione a tutti gli interessati, patentati, maggiorenni, residenti in Basilicata.
Attualmente, presso la Direzione Generale, sono in corso di valutazione circa seimila segnalazioni di mancato o erroneo accredito della quarta erogazione, circa il 2% della platea dei beneficiari. Segnalazioni che potevano essere inoltrate entro il 19 dicembre tramite i canali ordinari e informatici attivati sia dal Mise che da Poste Italiane.
«Un dato fisiologico», per il Ministero, che in questo mese sarà impegnato nelle operazioni di verifica, acquisendo le ultime segnalazioni che stanno ancora arrivando via posta ordinaria. Nel mese di febbraio dovrebbe essere stilato l’elenco definitivo degli aventi diritto.

Le anomalie segnalate riguardano per lo più il comune di residenza e, in particolare il possesso del requisito al il requisito al 31 dicembre 2013. C’è ancora qualche problema per il doppio nome o cognome. C’è anche qualche reclamo sull’attribuzione del bonus in base al reddito. Ma qui fanno fede i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate. Sulla base dei quali circa il 90% degli aventi diritto ha ricevuto il bonus più elevato di 224 euro; circa il 10% beneficerà un bonus pari a 112 euro e la restante parte, inferiore all’1 %, il bonus minimo di 30 euro.
Definito l’elenco degli aventi diritto, il Mise lo comunicherà a Poste Italiane che lo erogherà entro marzo. I beneficiari saranno informati dell’accredito del bonus attraverso una comunicazione recapitata da Poste Italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

 
Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio «L'annullamento è una follia. Verifichiamo» 
Sul parere frena Cantone (Anac)

 
Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Brindisi, assalto a bancomat:bandito ucciso dalla Polizia

Brindisi, assalto al bancomat: bandito ucciso in sparatoria con Polizia Foto

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS