Cerca

la città cambia

Bari, ecco il ponte nord-sud
ultimi 45 metri ed è fatta

Si tratta di un asse di scorrimento che collega fisicamente due parti distanti della città: la zona del porto con la strada statale 16 e l'autostrada

Decaro in visita al cantiere per il ponte nord-sud

Decaro in visita al cantiere

di NINNI PERCHIAZZI

BARI - Ancora un tassello per completare l’asse Nord Sud. Ancora 45 metri per ultimare il ponte delle meraviglie: un pilastro a forma di diapason alto 78 metri completamente d’acciaio come le centinaia di cavi destinati a sorreggere la sede stradale sospesa nel vuoto a dieci metri d’altezza per oltre 650 metri di lunghezza (lo strallo centrale si estende per 255 metri).
Ad estate inoltrata diventerà realtà l’opera destinata a collegare il quartiere Libertà e l’ex frazione di Carbonara attraverso viale Tatarella, una sorta di autostrada cittadina a 4 corsie (la sezione stradale è larga poco più di 25 metri), con un’ulteriore fascia (circa tre metri) dedicati alla pista ciclopedonale.

Ieri l’ormai periodico sopralluogo al cantiere del sindaco Antonio Decaro, accompagnato dall'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso proprio per verificare l’avanzamento dei lavori che a quanto pare procedono speditamente.
«Stiamo seguendo i lavori di realizzazione del ponte costantemente, e siamo ormai pronti ad assistere all'ultima fase prima del collegamento definitivo - dichiara il primo cittadino -. Mancano solo 45 metri e poi avremo finalmente completato una parte fondamentale di un'opera straordinaria, non solo dal punto di vista della viabilità ma anche dal punto di vista ingegneristico e architettonico».

«Si tratta del primo asse di scorrimento, realizzato sulla base delle ipotesi di Quaroni negli anni ‘70, che collega fisicamente due parti distanti della città - dice ancora Decaro -. Connette la zona del porto con la strada statale 16 e l'autostrada. Di fatto collega simbolicamente la città con un'idea di futuro e sviluppo». Il cronoprogramma aggiornato prevede la conclusione dei lavori principali entro il prossimo mese di giugno. «Mi auguro di poter inaugurare ufficialmente il ponte transitabile nel mese di settembre, dopo aver espletato tutti i collaudi e i lavori accessori», afferma il sindaco.

Il prossimo passo quindi sarà montare le travi che completano la struttura metallica del ponte. «Sono 4 travi lunghe 45 metri - spiega l'assessore Galasso - che monteremo in giorni distinti: la prima di notte, perché avremo bisogno di chiudere al traffico la strada, mentre per le altre si potrà procedere di giorno. Contiamo di tornare sul cantiere per la posa della quarta trave, per assistere finalmente al completamento della struttura metallica dell'intero asse viario».
Il ponte dell’asse Nord Sud che unirà via Tatarella con via Nazariantz fa parte della seconda tranche dell’opera costata 32 milioni (fondi Cipe e della Regione).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400