Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 04:57

la denuncia

Omofobia, presidente Arcigay
Taranto, aggredito da minorenni

Omofobia, presidente Arcigay Taranto, aggredito da minorenni

TARANTO- Il presidente dell’Arcigay di Taranto, Luigi Pignatelli, ha denunciato alla Polizia di aver subito un’aggressione omofoba da parte di un gruppo di minorenni. L’episodio sarebbe avvenuto ieri sera mentre si trovava in piazza Maria Immacolata per svolgere le attività previste nell’ambito de 'Il Villaggio delle Differenzè, la manifestazione che ogni fine settimana anima l’isola pedonale per sensibilizzare contro MTS, omo-bi-transfobia, xenofobia e violenza sulle donne.


Pignatelli, fondatore e presidente dell’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus, ha raccontato agli agenti che, al termine della lettura teatralizzata di favole sulla diversità per grandi e piccini e della Human Library, un gruppo di ragazzini lo ha insultato e aggredito. Il presidente del comitato territoriale Arcigay ha quindi ricostruito l’episodio in un post sulla sua pagina Facebook, riferendo che «i passanti non hanno mosso un dito e alla richiesta di chiamare la polizia hanno reagito sghignazzando». «In un primo momento - ha scritto - i minorenni hanno fatto razzia dei preservativi e tentato di rubare le penne artistiche che erano sul tavolo, il mio smartphone e il salvadanaio». Poi gli avrebbero chiesto di fare sesso e gli avrebbero lanciato addosso alcuni paletti di legno che circondano la fontana.

Il giovane racconta di essere riuscito a recuperare il proprio telefono cellulare e a chiamare la polizia. «Non ho escoriazioni né lividi, nonostante i calci e gli schiaffi - sottolinea Pignatelli - che mi sono stati inferti nel lungo lasso di tempo in cui ho atteso le forze dell’ordine. L'umiliazione è stata enorme. Dedico la mia vita a Taranto, a tutte le sue lotte, le nostre lotte, e l’imperativo 'Vattenè mi ha ferito più della violenza fisica. Taranto non è una città omofoba».

LA SOLIDARIETA' DI BOLDRINI -  «Solidarietà al presidente dell’Arcigay di Taranto, vittima di un un vergognoso episodio di violenza. Le differenze sono un valore. Subito legge su omofobia». Così la presidente della Camera Laura Boldrini solidarizza con l’esponente Arcigay.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Eugenio

    16 Gennaio 2017 - 10:10

    Ci sono molte persone omosessuali che non subiscono aggressioni. Qualcuno afferma, anche, di essere stato in coma, e per miracolo delle neuroscienze, riusciva in quello stato a chattare... mah penso che ci sia che tanta voglia di protagonismo in giro

    Rispondi

Altri articoli dalla sezione