Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 04:44

pregiudicato costringeva la donna ad avere continui rapporti sessuali che riprendeva con il proprio cellulare

Picchia e violenta la convivente
arrestato un 34enne a Massafra

 Accusato di violenza a 90 anniparte lesa la sua badante

MASSAFRA (TARANTO) - In più occasioni ha picchiato la convivente, in alcune circostanze anche alla presenza del figlio minorenne e di altri familiari della donna, costringendola, contro la sua volontà, ad avere continui rapporti sessuali, che riprendeva con il proprio cellulare: per questo è stato arrestato dai carabinieri un 34enne di Massafra (Taranto), pregiudicato, già sottoposto alla sorveglianza speciale.

I militari gli hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Benedetto Ruberto su richiesta del sostituto procuratore Antonella De Luca. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. Le indagini, avviate a seguito della denuncia presentata dalla convivente lo scorso dicembre, avrebbero fatto emergere il contesto di assoggettamento psicologico e vessatorio in cui la vittima versava. La donna, esasperata dalle angherie subite dal compagno ormai da più di un anno, ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri.

L’inizio della gravidanza del loro figlio è stato - secondo gli investigatori - il punto di partenza dei comportamenti violenti che l’uomo ha iniziato ad assumere nei confronti della convivente e che ha mantenuto costantemente per anni, picchiandola, maltrattandola e sottraendola ai propri affetti familiari, rinchiudendola nella loro abitazione per evitare che potesse intrattenere alcun tipo di rapporto con altre persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione