Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 13:07

stop all'inciviltà

Taranto, rifiuti abbandonati
installate le telecamere
Multe da 500 euro

Sistemate dai Vigili urbani nelle aree periferiche

Taranto, rifiuti abbandonati  installate le telecamere Multe da 500 euro

di FABIO VENERE

TARANTO - Telecamere contro gli incivili e, in particolare, contro chi non rispetta l’ambiente ed il territorio. Da una decina di giorni, infatti, sono ormai operativi quattro impianti mobili che riprendono, anche durante le ore notturne, chi considera le strade del Comune di Taranto come una vera e propria discarica a cielo aperto itinerante. Sono numerose le zone del capoluogo, soprattutto nelle aree periferiche, in cui vengono gettati quelli che, in gergo, si chiamano rifiuti ingombranti non pericolosi. Si tratta, solitamente e sostanzialmente, di residui dei materiali utilizzati per la costruzione o per la ristrutturazione di appartamenti o ville ma anche di pneumatici, lamiere ed anche frigoriferi e mobili.

Questo fenomeno è diffuso a macchia di leopardo. Oscilla come un inguardabile pendolo da Taranto Due a Paolo VI, dal rione Salinella a Porta Napoli, da Solito-Corvisea sino a Lido Azzurro. Non a caso, in questi primi dieci giorni, le telecamere sono state posizionate proprio nei pressi di Taranto Due ma anche a Lama, Talsano e San Vito. E non solo. I vigili urbani stanno già visionando le prime immagini in cui, peraltro, pare si veda pure chi tranquillamente lascia il proprio rifiuto (qualunque sia) ai bordi delle strade. Ora, nei prossimi giorni, gli agenti guidati dal comandante Michele Matichecchia eleveranno le sanzioni rivolte ai trasgressori. Che dovrebbero oscillare intorno ai 500 euro.

Già, ma come farà la Polizia locale di Taranto ad individuare i responsabili senza commettere alcun errore di... identificazione? Semplice a dirsi. Gli agenti del comando di via Acton molto probabilmente risaliranno al responsabile del gesto incivile dal numero di targa dell’auto o del furgone usati per scaricare i rifiuti. Ma non solo. Grazie proprio a quelle immagini, la Polizia locale di Taranto potrà anche verificare se l’automobilista-inquinatore avrà pagato l’assicurazione necessaria per circolare in città. E nel caso, non fosse in regola ovviamente il tipo di sanzione e la relativa multa cambierebbe. Anzi, aumenterebbe. E di molto pure.

Le telecamee sono mobili. Saranno, progressivamente, sistemate in punti diversi della città e naturalmente proprio nelle aree maggiormente periferiche che, solitamente, accolgono (loro malgrado) il maggior numero di rifiuti a bordo strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione