Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 21:49

lavoro

Barletta, disoccupazione
la situazione è tragica

disoccupazione protesta lavoro

BARLETTA - Un cittadino su tre, nella provincia di Barletta - Andria - Trani, nel corso del 2016 ha perso il lavoro. E’ quanto emerge, secondo un rapporto della Cgil della Bat, dal numero di disoccupati iscritti ai centri per l'impiego della provincia. Sono, infatti, 58.615, in totale, gli iscritti nei dieci comuni, su una popolazione attiva di circa 150.000 persone.
«Un esercito al quale si aggiungono gli inoccupati - si legge in una nota del sindacato - cioè donne e uomini che non hanno mai svolto un lavoro, che sono oltre 18.000 e che fanno arrivare a quasi 80.000 il numero di chi è in cerca di un’occupazione». Oltre a questi ci sono i contratti atipici, partite iva e somministrati pari a 25.000 lavoratori e, infine, il lavoro "nero e grigio» che, spesso, si nasconde dietro al sistema dei voucher.

«La questione - spiega il segretario generale della Cgil Bat, Giuseppe Deleonardis - è capire dietro quell'ora di lavoro dichiarata all’Inps cosa c'è, secondo noi altro sommerso, ovvero pezzi nascosti di occupazione e di precarietà dilagante». "Dalle ispezioni dell’ispettorato del lavoro, inoltre - aggiunge Deleonardis - nel settore agricolo il lavoro nero nel territorio si attesta al 42%, nel manifatturiero si sale al 66%, se si considerano anche le irregolarità contrattuali, così come nell’edilizia e nel terziario si sfiora il 68%».
«Una situazione pesante - conclude il sindacalista - che non può che essere affrontata con la battaglia per i diritti e la legalità che la Cgil sta affrontando, confrontandosi con i sindaci del territorio e con la programmazione dei fondi comunitari, risorsa per il rilancio del territorio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione