Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 10:20

colantuono

«Il Bari ad Ascoli
per un salto di qualità»

Stefano Colantuono

BARI - «Per fare il salto di qualità dobbiamo fare bene contro l’Ascoli e la Spal»: questo il diktat di Stefano Colantuono, tecnico del Bari, alla vigilia della trasferta marchigiana. «Lì troveremo un campo caldo - ha aggiunto - e affronteremo una squadra in salute. Ho ultras bianconeri in famiglia, parenti di mia moglie».
«Fuori casa il Bari non vola? Abbiamo fatto bene a Verona - ha spiegato il tecnico - a Pisa un passo indietro, domani dobbiamo tornare a proporre una prestazione al livello di quelle in casa. Un colpaccio ci sbloccherebbe, ma l’importante è far punti. Quando ho vinto il campionato con l’Atalanta ho conquistato 24 vittorie, nel girone d’andata solo una volta in trasferta».
«Ascoli in emergenza? Ha Cacia, il talento Orsolini, Giorgi... Anche il Bari - ha aggiunto Colantuono - ha tante defezioni. Di Cesare, Fedele e Scalera hanno avuto problemi in settimana. Dovremo fare attenzione ai cartellini. Abbiamo tre centrocampisti e Tonucci in diffida. Brienza ci alza il tasso qualitativo in maniera esponenziale. Giocherà vicino agli attaccanti. Non ha vincoli tattici in fase di possesso, è talento puro». «Maniero? Non è un problema. Deve stare sereno - ha concluso Colantuono - e giocare per la squadra. Ritroverà il gol giocando bene, insieme alla squadra. Contro l’Avellino la squadra ha prodotto una mole di gioco e occasioni».
Il Bari giocherà con il 4-3-3: tra i pali Micai, in difesa Cassani, Tonucci, Capradossi e Daprelà, a centrocampo Valiani (Fedele), Romizi e Basha, in attacco De Luca, Maniero e Brienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione