Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 06:20

Le indagini della Polizia

Agricoltore ucciso a Canosa
arrestato presunto assassino

Agricoltore ucciso a Canosaarrestato presunto assassino

E' stato arrestato dalla Polizia il presunto autore dell'omicidio del 56enne agricoltore di Canosa, Sabino Vassalli, ucciso a fucilate: il corpo dell'uomo fu rinvenuto in un vigneto zona S. Antonio lo scorso 31 ottobre. A seguito di indagini, gli investigatori della Polizia sono riusciti a risalire al presunto autore del delitto, Saverio Piscitelli, 66 anni, anche lui agricoltore nei cui confronti è stata emessa una ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio  emessa dal gip del tribunale di Trani, Angela Schiralli, su richiesta della procura. Ulteriori particolari saranno resi noti in mattinata in una conferenza stampa alla Questura di Bari.

Il cadavere dell'agricoltore fu rinvenuto da un ciclista che dette immediatamente l’allarme, facendo accorrere i poliziotti di una volante. Inizialmente si pensò che Vassalli fosse morto per una tragica fatalità, probabilmente a seguito di un incidente sul lavoro. I fori dei due proiettili (uno all'altezza del bacino e l’altro alla testa, quasi sulla fronte) hanno poi escluso l’ipotesi dell’incidente, confermando invece quella dell’efferato omicidio. Il trattore era ancora in moto quando fu scoperto il cadavere. Questo aveva fatto ipotizzare che Vassalli fosse stato sorpreso mentre era intento a lavorare e probabilmente conosceva anche il suo killer.

L’autopsia, disposta dal Pm inquirente Alessio Marangelli del Tribunale di Trani ed eseguita dal medico legale Franco Introna ha confermato che ad uccidere l’agricoltore canosino sono stati due colpi di un fucile da caccia sparati a bruciapelo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione