Cerca

Sabato 26 Maggio 2018 | 12:02

Lo scandalo

Taranto, tangenti alla Marina
c'è un nuovo filone di indagine

E il Riesame conferma il carcere agli indagati

Taranto, mazzetta alla Marinac'è un nuovo filone di indagine

FRANCESCO CASULA

Seguire il denaro per ricostruire la ragnatela di interessi illeciti intorno agli appalti della Marina Militare e risalire alle figure che hanno avuto un ruolo nello scandalo sulle tangenti della forza armata. È il nuovo passo dell’inchiesta condotta dei finanzieri della Sezione tutela dell’economia e coordinata dal pubblico ministero Maurizio Carbone che nei mesi scorsi ha portato all’arresto dell’ex direttore di Maricommi, Giovanni Di Guardo, e del «cerchio magico» di imprenditori che, secondo l’accusa, si spartiva il denaro pubblico a suon di mazzette. La ricerca dei soldi, che richiama alla mente lo stile di Giovanni Falcone, emerge dalle motivazioni del Tribunale del Riesame che il 26 ottobre ha confermato la custodia in carcere per gli indagati. Oltre a Di Guardo, dietro le sbarre sono finiti anche la sua compagna Elena Corina Boicea, i cinque imprenditori Valeriano Agliata, Pietro Mirimao, Paolo Bisceglia, Giovanni Perrone e Vitantonio Bruno, e il dipendente civile della Difesa e «faccendiere» dell’ex direttore di Maricommi, Marcello Martire. Nelle 19 pagine del provvedimento, i giudici del Riesame hanno scritto che la conferma della custodia in cella è necessaria per non intralciare «il lavoro degli inquirenti nell’accertare le probabili complicità di cui gli odierni interessati si sono necessariamente avvalsi». Accertamenti che gli inquirenti stanno compiendo anche attraverso l’analisi «dei rilevanti flussi di denaro di cui i protagonisti della vicenda discorrono quasi quotidianamente».

Insomma, l’inchiesta che ha svelato come il sistema illegale del «10 per cento» sia sopravvissuto alla prima ondata di arresti, potrebbe presto rivelare nuovi clamorosi sviluppi. Del resto era stato lo stesso pm Carbone, durante l’udienza del Riesame, a chiedere la conferma del carcere per gli indagati, dato che le attività degli inquirenti «stanno facendo luce su altri ufficiali e altri imprenditori coinvolti nello scandalo». All’identificazione dei nomi che spuntano nelle intercettazioni, oggi, quindi, potrebbero affiancarsi anche gli accertamenti finanziari e tributari che gli investigatori stanno svolgendo per ricostruire il flusso di denaro che ha alimentato l’organizzazione smantellata dall’inchiesta ribattezzata «backhanders». Infine i giudici del Riesame hanno chiarito che un’ulteriore spinta alle indagini che bisogna preservare con la custodia in carcere degli indagati, va individuata anche nella «mole di dati (anche informatici) ancora da decifrare» trovati dagli investigatori. Dati e nomi collegati «all’ingente numero di appalti e affidamenti interessati dall’attività criminale in esame» e che presto ancora far tremare le basi militari di Taranto e non solo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ateneo Lecce

Niente numero chiuso alle triennali di Ingegneria all'Università del Salento

 
Ragazzino finisce in ospedale per le botte di «bulli»

Ragazzino finisce in ospedale per le botte di «bulli»

 
#Gazzetta Music Contest 2018 ecco i 10 finalisti

#Gazzetta Music Contest 2018 ecco i 10 finalisti

 
fortuna, dea bendata

Il lavoro a Trani è una botta di fortuna da ottenere con un sorteggio

 
I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

 
monopoli dall'alto

Ztl nella città vecchia di Monopoli, l’estate porta nuovi orari

 
Calenda Emiliano

Ilva, Emiliano soddisfatto: sconfitto
ministro Calenda e governo uscente

 
striscione conto Giancasro

Due punti penalizzazione al Bari
Tre mesi squalifica a Giancaspro
E appaiono striscioni di protesta

 

MEDIAGALLERY

I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

 
Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 

LAGAZZETTA.TV

Spettacolo TV
L'amour secondo Kechiche, canto primo

L'amour secondo Kechiche, canto primo

 
Mondo TV
Cervello, studio sugli interneuroni colinergici

Cervello, studio sugli interneuroni colinergici

 
Meteo TV
Previsioni meteo per sabato, 26 maggio 2018

Previsioni meteo per sabato, 26 maggio 2018

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

 
Sport TV
Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

 
Calcio TV
Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

 
Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde