Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 00:45

Arrestato Giuseppe Brandi

Pistole, fucile e bombe
preso boss Scu a Brindisi

Anche 13 chilogrammi di marijuana, 61 detonatori con miccia d’innesco, un cannocchiale di precisione

Pistole, fucile e bombepreso boss Scu a Brindisi

I carabinieri del comando provinciale di Brindisi hanno arrestato in flagranza di reato per possesso di droga, armi ed esplosivi Giuseppe Raffaele Brandi, 55enne di Brindisi, ritenuto uno dei capizona dell’omonimo clan facente parte della Sacra Corona Unita (Scu) e già condannato in primo grado a 16 anni e sei mesi per associazione mafiosa.
In una perquisizione eseguita in un terreno in contrada Muscia, al quartiere Sant'Elia di Brindisi, secondo gli investigatori riconducibile a Brandi, sono stati trovati con l'aiuto dei cani antidroga 13 chilogrammi di marijuana, 61 detonatori con miccia d’innesco, un cannocchiale di precisione, quattro pistole, un fucile e una carabina di vario calibro, armi alcune delle quali risultate rubate, e più di un migliaio di munizioni di vario calibro. L’operazione dei carabinieri è durata circa cinque ore con il coordinamento del pm di turno, Valeria Farina Valaori. Il materiale era nascosto in trattori, contenitori per l’acqua e in parte interrato. Brandi, che è stato trasferito nel carcere di Brindisi, è ora accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, e di detenzione di armi clandestine, armi da sparo ed esplosivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione