Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 07:13

Consegna al Comune

Cerignola, al sindaco pacco di biscotti
con 20mila euro: denunciato un uomo

La scoperta fatta da Franco Metta alla presenza di dirigenti e assessori: denaro sequestrato

Cerignola, al sindaco pacco di biscotticon 20mila euro: denuciato un uomo

FOGGIA - Una scatola di biscotti, confezionata in una busta natalizia, e dentro 20.000 euro, divisi in due buste: 10.000 da una parte e altri 10.000 sempre in contanti, dall’altra. Erano passate da poco le 14, ieri, quando il sindaco di Cerignola, Franco Metta (eletto con il centrodestra) l’ha ricevuta. In quel momento si trovava nella sua stanza, in Comune, e aveva appena finito di fare uno spuntino. L’ha aperta, per offrire i biscotti, mentre si trovava con alcuni assessori e collaboratori, ma dentro la scatola ha trovato soldi. Un tentativo di corruzione che il sindaco, avvocato, non ha proprio buttato giù e dopo pochi minuti ha avvisato la dirigente del commissariato locale di polizia e ha informato i carabinieri.

La denuncia è stata presentata nei confronti della persona che ha consegnato a mano la scatola, un imprenditore foggiano - ha raccontato il sindaco agli investigatori - che insieme al suo socio svolge la sua attività nel settore dei rifiuti e che ha presentato a settembre una manifestazione di interesse per la realizzazione di un lotto per la realizzazione di una discarica. Una pratica che, sembra, si sia arenata e nei confronti della quale il sindaco già a novembre aveva espresso la propria contrarietà.
Franco Metta, ancora stupito, subito dopo aver denunciato l'accaduto, ha estrapolato i filmati delle telecamere di video-sorveglianza del Comune che immortalavano la consegna del pacco e ha consegnato il tutto alla polizia.

Una volta a casa ha raccontato tutto sul suo profilo Facebook: «Ieri alle 14.15 circa - si legge - un uomo, R.B, ha citofonato al mio ufficio, affermando di avere con me un appuntamento. In quel momento mangiavo qualcosa nella mia stanza come faccio ogni giorno, per non interrompere il lavoro. Sono andato alla vetrata di ingresso, ho riconosciuto R.B., gli ho contestato che il suo socio, G.B., aveva sì fissato un appuntamento con me alle 14.30, ma di mercoledì 14 dicembre e che, quindi, non potevo riceverlo. R.B. si è scusato per l'errore e mi ha allungato una busta natalizia tutta colorata e ornata di candele e 'babbi natalè.

Dentro una confezione di biscotti. Ho ringraziato e sono rientrato». Una volta nella stanza il sindaco ha voluto offrire i biscotti.

«Ma nella scatola - racconta su Fb - non c'erano biscotti, ma soldi. Precisamente come ha accertato la polizia, 20mila euro in banconote di vario taglio, divise in due pacchettini da 10mila euro cadauno. La polizia è stata da me informata immediatamente». «Identica informazione immediata ho dato al signor Capitano dei Carabinieri.

L'indagine è stata assunta dal Commissariato presso il quale mi sono immediatamente recato per sporgere denuncia contro R.B e contro G.B. Non senza prima aver individuato ed estrapolato dal sistema video sorveglianza esterna le immagini di R.B. che va verso l’ingresso del Comune con tanto di bustina natalizia in mano. I soldi sono stati ovviamente sequestrati. Altro - conclude su Facebook il sindaco - non posso aggiungere per il rispetto dovuto alle indagini in corso».

La persona che ha consegnato il 'donò, con tanto di nome e cognome, è stata dunque denunciata dal sindaco ed è indagata dagli inquirenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione