Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 17:47

Truffa ai danni dell'Inps

Altamura, false assunzioni
per permessi di soggiorno
tre arresti e cento indagati

Scoperta maxitruffa all'Inps migranti nei paesi d'origine riscuotevano pensione sociale

Truffa all'Inps: coinvolti studio di consulenza e un imprenditore

ALTAMURA - Tre arresti e oltre 100 indagati per una presunta truffa legata alle false assunzioni per il rilascio dei permessi di soggiorno: è l’esito dell’indagine della Guardia di Finanza di Altamura (Bari) nei confronti dei titolari di uno studio di consulenza e di un imprenditore altamurani. Agli arrestati vengono contestati i reati di associazione per delinquere, truffa aggravata a danno dell’Inps, nonché la violazione della normativa sul rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno.

In particolare, i titolari dello studio professionale avrebbero creato un’articolata attività di favoreggiamento alla permanenza, in condizioni di illegalità, di numerosi cittadini extra-comunitari sul territorio nazionale. Le indagini hanno dimostrato come i professionisti, assieme al titolare di una ditta individuale, rilasciavano false assunzioni e relative buste paga, in cambio di lauti compensi. Il beneficiario era quindi in grado di esibire attestazioni al fine di ottenere alternativamente il permesso di soggiorno ovvero i benefici e le agevolazioni concesse in caso di sopraggiunta disoccupazione.

Fondamentale era il contributo fornito dall’imprenditore compiacente che formalizzava le numerose assunzioni presso la propria ditta e che, sin da subito, hanno insospettito i militari. L’impresa, infatti, non era tale da giustificare l'impiego di centinaia di dipendenti: così, a fine mese, erano i falsi assunti a pagare il datore di lavoro, in cambio delle buste paga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione