Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 11:58

Durante l'atterraggio

Precipita ultraleggero
nel Leccese: 2 feriti gravi

Precipita ultraleggeronel Leccese: 2 feriti gravi

Foto Toma

Un aereo ultraleggero, per cause in corso di accertamento, è precipitato durante la fase di atterraggio in un campo, poco distante dall’aeroporto «Lepore» di Lecce-San Cataldo, alla periferia di Vernole. Due uomini, entrambi brindisini, sono rimasti gravemente feriti, uno dei quali è in fin di vita. Entrambi sono stati trasportati all’ospedale «Vito Fazzi» di Lecce.

A dare l'allarme sarebbero stati alcuni automobilisti di passaggio dopo aver notato il fumo provenire dai rottami dell'aereo: sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e ambulanze. I corpi dei due occupanti sono stati estratti dalla lamiere. La procura ha disposto il sequestro del velivolo. Non è da escludere che a causare l'incidente possa essere stata una improvvisa avaria al motore.

Le due persone rimaste gravemente ferite sono componenti dell’Aeroclub. Si tratta di Massimiliano Bottallo, di 46 anni, e Oreste Adriani, di 69 anni, quest’ultimo nativo di Roma, rispettivamente consigliere e direttore dell’Aeroclub Brindisi.

Sono molto critiche soprattutto le condizioni di Bottallo che ha riportato un grave trauma cranico e fratture multiple. É ricoverato nel reparto di rianimazione.

Il velivolo, un Pro.Mecc Freccia monoelica, costruito in Salento, a Corigliano d’Otranto, é stato sequestrato dai carabinieri su disposizione della Procura di Lecce. Da quanto é dato di sapere, si tratta di un velivolo nuovo che i due stavano provando.

Si sospetta che l’avaria tecnica alla base dell’atterraggio di emergenza sia stata causata dal malfunzionamento dell’elica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione