Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 02:20

Dal Coni

Non segnò ma soccorse
avversario: premiato

Non segnò ma soccorseavversario: premiatobaby del  Foggia calcio

La borsa di studio intitolata alla memoria di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli morto dopo gli incidenti prima della finale di Coppa Italia 2014 è stata assegnata dal Coni a Francesco Pipoli, giovane calciatore del Foggia under 17. Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malagò a Napoli.

«Pipoli - ha raccontato Malagò - stava andando in porta per fare gol ma non ha segnato per soccorrere un avversario. Con la mamma e il papà di Ciro Esposito abbiamo voluto individuare questo atleta che ha fatto un gesto importante».

Il gesto è stato compiuto nel novembre dello corso anno, durante la partita under 17 tra il Foggia e la Lupa Roma. A un quarto d’ora dalla fine Pipoli era lanciato a rete ma il difensore che cercava di ostacolarlo è caduto a terra per uno stiramento e allora l’attaccante del Foggia ha tirato fuori la palla perché l’avversario potesse essere soccorso.

Malagò rispondendo ai cronisti che gli chiedevano quando le sfide tra Napoli e Ro0ma non saranno più solo per i tifosi di casa, ha spiegato: «Per me siamo già in ritardo, però quando vedo che le tifoserie del Napoli e della Roma non possono andare in trasferta registro che i responsabili dell’ordine pubblico ritengono non ci sia ancora questa maturità. É una ferita che non riguarda anche altri incroci di club in partite a rischio. Alla fine chi ci perde è la credibilità del sistema del calcio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione