Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 10:24

Investiti 40 milioni

Enel: entro il 2018 Bari
cablata con fibra super veloce

Enel: entro il 2018 Bari cablata con fibra super veloce

BARI - Entro il 2018 la città di Bari sarà quasi interamente cablata con la fibra ottica super veloce. Il Comune ed Enel Open Fiber (EOF), la società di Enel per lo sviluppo di una infrastruttura nazionale per la banda ultra larga, hanno inaugurato oggi il cantiere per la posa di fibra sull'intero territorio comunale. Il progetto per Bari prevede una copertura del 50 per cento delle unità immobiliari entro settembre 2017 e dell’80 per cento entro settembre 2018, per un totale di circa 120mila unità immobiliari cablate, 600 chilometri di rete di cui 400 interrati, per un investimento complessivo pari a 40 milioni di euro.
Bari è tra le prime 5 città in Italia, insieme con Perugia, Catania, Venezia e Cagliari, ad aver avviato i cantieri per il cablaggio della rete ultra veloce. La fibra, in grado di supportare velocità di trasmissione di 1 Gb per secondo sia in download che in upload, verrà portata fino a casa dei clienti in modalità Fiber to the Home (FTTH). Enel costruirà l'infrastruttura che sarà poi messa a disposizione di tutti i gestori di telefonia che ne vorranno usufruire. Il progetto prevede di coprire 270 città in tutta Italia entro il 2021. A fine anno, inoltre, sarà perfezionata la fusione con la società Metroweb che ha già cablato Milano, Torino e Bologna.

«Un progetto di queste dimensioni al mondo non c'è - ha commentato l’amministratore delegato di Enel Open Fiber, Tommaso Pompei - e Bari sarà tra le prime città a beneficiare di una infrastruttura super moderna destinata sia alle imprese che ai privati». Tra le fine del prossimo anno e l’inizio del 2018, infatti, anche la zona industriale sarà coperta dalla fibra e inoltre, «al di là dell’investimento di circa 40 milioni di euro - ha aggiunto Pompei - ci saranno ricadute occupazionali ed economiche sull'indotto». All’inaugurazione del cantiere su viale Madre Teresa di Calcutta, nel quartiere Poggiofranco, ha partecipato anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro. «Per noi è un’operazione strategica - ha detto Decaro - perché la rete digitale diventa importante come la rete dell’acqua, la rete dell’energia, la rete della mobilità e rappresenterà l'infrastruttura portante di questa città con la possibilità di migliorare anche le condizioni socio-economiche. È come se il futuro stesse per arrivare e noi lo stiamo anticipando perché siamo tra le prime cinque città sulle quali Enel ha investito».
I lavori previsti dalla convenzione sottoscritta fra Comune e EOF, «impatteranno pochissimo - ha assicurato il sindaco - sulla viabilità e sulla pavimentazione stradale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione