Cerca

Parentele e interessi

Appalto in cambio di assunzioni
a Ostuni: 5 indagati per corruzione

Si tratta di un dirigente comunale, un’assistente sociale, di due loro parenti e del presidente della cooperativa sociale

Ostuni

BRINDISI - Un avviso di conclusione delle indagini preliminari per corruzione e turbativa d’asta è stato notificato dai militari della guardia di finanza a cinque persone fisiche e una cooperativa a Ostuni (Brindisi). Si tratta di un dirigente comunale, un’assistente sociale, di due loro parenti e del presidente della cooperativa sociale, nell’ordine Antonio Minna, Rosanna Danese, Paride Minna, Grazia Danese e Giovanni Spennati.
Secondo quanto contestato sulla base di indagini coordinate dal pm Valeria Farina Valaori, il dirigente e l’assistente sociale, in qualità di pubblici ufficiali, violando i loro doveri d’ufficio, hanno alterato «fraudolentemente» lo svolgimento della gara ad evidenza pubblica per la gestione in concessione di un centro diurno socio-educativo (per un impegno di spesa pari ad 1 milione di euro in 5 anni), al fine di escludere, ingiustamente, una cooperativa sociale (precedente gestore) a vantaggio di un’altra. L’accordo «corruttivo" prevedeva l’assunzione, da parte del presidente della cooperativa beneficiaria, del figlio del dirigente comunale e della sorella dell’assistente sociale. L’Autorità Nazionale Anticorruzione, interessata in merito, ha condiviso tutte le risultanze operative contestate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400