Cerca

Incontri d'autore alla Gazzetta | Il cantante si è «raccontato» in redazione per i fan

Giò Sada da X Factor al tour americano

«Suonare negli Usa, un’esperienza unica»

Incontri autore

NICOLA MORISCO

Tante novità in casa Giò Sada: la pubblicazione del primo album da solista, un viaggio con concerti in America, a dicembre un nuovo tour e un progetto con il trombonista Gianluca Petrella per Fasanomusica. Ieri, il cantautore barese è stato ospite in redazione alla Gazzetta per la diretta streaming per il ciclo di Incontri d’autore, che a breve vedrà ospite anche Fiorella Mannoia e Noemi. Una visita in cui l’artista barese ha raccontato i contenuti del suo primo album d’esordio, Volando al contrario (Sony), pubblicato il 23 settembre scorso a un anno dalla vittoria a X Factor.

Ad accogliere Giò Sada il direttore Giuseppe De Tomaso, il giornalista Francesco Costantini, che lo ha intervistato per oltre un’ora, e un folto gruppo di fan prevalentemente femminile, impegnate anche loro in alcune domande.

Giò ha raccontato la sua prima esperienza in America, un viaggio che lo ha portato a visitare e suonare in città come New York, Los Angeles e Memphis: «Un’esperienza importante che va provata, soprattutto quando si è musicisti. Sono fortunato per aver realizzato questo viaggio, anche perché la mia idea è sempre stata quella di andare negli Stati Uniti per suonarci. Per un musicista, l’America è la Mecca della musica. Suonare a New York, dove ho aperto il concerto di Max Gazzè, al B.B. King’s di Memphis (il locale gestito dal nipote del grande bluesman, ndr), o al Whisky A Go Go di Los Angeles (il Tempio dei Doors, ndr), dove ho anticipato il concerto dei Negrita, è stata un’esperienza unica». Rispetto all’attenzione del pubblico Usa nei suoi confronti Sada ha aggiunto: «Sono molto attenti a chi sta calcando il palco, c’è attenzione nell’ascolto e uno scambio di emozioni. Fa piacere vedere un pubblico concentrato».

Immancabile la domanda sul suo coinvolgimento nella colonna sonora del film d’animazione Rock Dog, nelle sale dal 1º dicembre: «Canto la versione italiana del brano portante della colonna sonora. Il film racconta di un cane che vuole a tutti i costi diventare musicista e lascia la sua casa in Cina per andare nella patria del rock & roll, una storia simile alla mia».
Poi l’annuncio del suo prossimo tour con gli immancabili compagni di viaggio, i BariSmoothSquad: «Iniziamo il 1° dicembre, mentre il 10 saremo al Demodé di Modugno», poi seguiranno diverse città del Nord. Dal vivo preferisco un suono energico e forte, anche il live è un momento di sfogo totale».

Infine, un’anteprima assoluta: Giò Sada sarà protagonista di un progetto inedito per Fasanomusica, accanto col trombonista Gianluca Petrella e i Bumps, ovvero Davide Penta, Antonio Di Lorenzo e Vince Abbracciante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400