Cerca

Foggia

Giovane ucciso in agguato
trovata l'auto dei killer

Sparatoria a Foggia due feriti, uno è grave

Foto Maizzi

FOGGIA - Proseguono le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Foggia per fare luce sull'agguato che sabato scorso ha causato la morte di Roberto Tizzano di 21 anni e il ferimento del suo coetaneo, Roberto Bruno, le cui condizioni sono tuttora gravi. Nelle campagne tra Sannicandro Garganico e Apricena i militari hanno trovato la Lancia Delta utilizzata dai killer e che era stata rubata in città nell’agosto scorso. L’auto è stata data alle fiamme.

Sul luogo dell’agguato, all’interno del bar di via San Severo, sono stati recuperati 6 bossoli calibro 9x21 di pistola e 3 cartucce calibro 12 di fucile. Le indagini dei militari dell’Arma, che hanno provveduto anche ad effettuare una mezza dozzina di stub, sono coordinate dalla Dda di Bari. Intanto si cerca di capire il movente dell’agguato: la vittima e il ferito sono parenti di malavitosi foggiani e gli investigatori stanno accertando se l'uccisione e il ferimento possano essere inquadrati nell’ambito di una lotta tra clan.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400