Cerca

Scoperto raggiro a Maratea

Dichiarava attività agricola
in realtà era un hotel di lusso

La società con sede a Roma ha percepito per anni prestazioni previdenziali ed assistenziali correlate all’agricoltura

Dichiarava attività agricolain realtà era un hotel di lusso

Per percepire «prestazioni previdenziali ed assistenziali correlate all’agricoltura», una società operante a Maratea (Potenza) con un albergo di lusso, ma con sede a Roma, «negli anni», ha dichiarato all’Inps di svolgere attività agricole, con il conseguente impiego di manodopera: la Guardia di Finanza ha però scoperto che si trattava di una truffa dei «falsi braccianti». In particolare, è stato accertato che su alcuni terreni indicati per le produzioni agricole c'era una «lussuosa struttura alberghiera attrezzata con piscina e parchi». In totale nove persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Lagonegro (Potenza) con l’accusa di truffa aggravata, consumata in concorso, ai danni dello Stato.
Secondo la ricostruzione delle Fiamme Gialle, «la società - è spiegato in un comunicato diffuso dal Comando provinciale di Potenza - ha fatto apparire come formalmente regolare l'assunzione a tempo determinato nel settore agricolo di propri dipendenti, mediamente quattro lavoratori per annualità per un totale di sette addetti, mettendoli nelle condizioni di beneficiare indebitamente delle specifiche provvidenze previdenziali ed assistenziali erogate dall’Inps in tema di sostegno al lavoro agricolo», per un totale di circa 142 mila euro. Inoltre durante le indagini, la Guardia di Finanza ha accertato che la società «non disponeva di terreni agricoli e, comunque, non ha mai esercitato alcuna attività di coltivazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400