Cerca

Giustizia

Protesta a Taranto sulla ipotesi
di chiusura della Corte d Appello

I rappresentanti delle associazioni sindacali forensi tarantine hanno deciso di creare una Consulta permanente che si occupi della iniziativa legislativa del ministero della Giustizia

Protesta a Taranto sulla ipotesi  di chiusura della Corte d Appello

TARANTO - I rappresentanti delle associazioni sindacali forensi tarantine hanno deciso di creare una Consulta permanente che si occupi della iniziativa legislativa del ministero della Giustizia che prevede l'istituzione di un’unica Corte d’Appello nei capoluoghi di regione con conseguente chiusura della Corte d’Appello di Lecce e sua sezione distaccata di Taranto.

Esprimendo «un fermo e chiaro no - è detto in una nota - alla paventata chiusura, frutto di una scelta politica dettata da mere e tutte da dimostrare ragioni di spending review, le associazioni forensi tarantine hanno, di concerto, deliberato di intraprendere iniziative di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza di tutta la provincia, coinvolgendo in primis le istituzioni locali, gli Ordini professionali, le categorie produttive, i rappresentanti politici del territorio a tutti i livelli, le rappresentanze sindacali delle categorie interessate». Deve essere «noto a tutti - aggiungono - che il territorio tarantino sta per subire l’ennesima spoliazione, la quale, vale la pena di ribadirlo, andrà a scapito non solo degli operatori del diritto ma anche e soprattutto di chi, per vedere soddisfatta la propria istanza di giustizia, dovrà sopportare maggiori costi economici e sociali».

Per le stesse ragioni la Camera penale di Taranto ha indetto uno sciopero dal 25 al 29 gennaio prossimi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400