Cerca

Gara senza reti

Bari, Stellone ne cambia sei
a Terni arriva solo un pareggio

Bari, Stellone ne cambia sei a Terni arriva solo un pareggio

BARI - Nella quinta giornata del campionato di serie B, il Bari, schierato da Stellone con sei titolari diversi rispetto alla partita vinta contro il Cesena, pareggia 0-0 sul campo della Ternana. Piccolo passo in classifica. Nel prossimo turno, Bari-Benevento (sabato 24 alle ore 15).

di Fabrizio Nitti

Quarto risultato utile consecutivo, ma il pareggio di Terni lascia davvero l’amaro in bocca. Il Bari conquista l’ottavo punto in classifica e tutto fa brodo, ci mancherebbe, anche se lassù qualcuno inizia a marciare a buon ritmo (Verona) e qualche altro continua a vincere (Cittadella, cinque su cinque, colpo grosso pure ad Avellino). Ma oltre il terzo posto in bella compagnia, la sensazione è che questo Bari qualcosa di più avrebbe potuto fare, avrebbe dovuto fare davanti a un avversario oggettivamente scarso sotto l’aspetto tecnico: tolto Falletti, il resto un «vorrei ma non posso» generalizzato. Soprattutto la gestione della ripresa non ha convinto, giocata con il freno a mano tirto, con una mentalità un po’ troppo «compressa» per una formazione che ambisce a disputare un campionato di vertice. Chiariamo: il Bari non ha mai rischiato di perdere, Ichazo ha parato solo una volta. Ma la «sveglia» è suonata davvero troppo tardi e cioé praticamente negli ultimi sei minuti di gioco. In questo frangente il Bari ha improvvisamente accelerato, tenendo molto bassa la Ternana e confezionando tre situazioni molto interessanti con l’avversario lì a tremare pauroso.

Se da un lato i biancorossi hanno così mostrato una buona condizione atletica provandoci fino alla fine, dall’altro il dato testimonia che con maggiore coraggio oggi saremmo a discutere della seconda vittoria consecutiva. Diciamo che il Bari troppo a lungo ha consentito agli umbri di tenere la testa oltre la linea di galleggiamento. Ma in un campionato tanto lungo, i pareggi non sono mai da gettare via. Regalano continuità, servono a mettere tasselli uno sopra l’altro in funzione dell’obiettivo finale. E, dunque, prendiamoci il buono di questa partita. Che conferma la forza del Bari in trasferta, imbattuto e senza gol al passivo dopo il blitz di Perugia e il pari di Vicenza. Resta però un altro dato sul terreno, cioé la difficoltà a segnare di questa squadra, soprattutto lontano dal San Nicola, una sola rete realizzata su rigore da Maniero, in Umbria. È chiaro che bisognerà migliorare produzione, rifinitura e concretezza.

Restano altre due immagini ad allargare la sfera dei rimpianti. Un primo tempo giocato con maggiore personalità offensiva, durante il quale il Bari ha avuto due-tre possibilità di spostare l’ago della bilancia dalla propria parte. Due palloni d’oro che però Fedato non è riuscito a sfruttare perché bomber si nasce e non si diventa e il cinismo, la rabbia del goleador o ce l’hai dentro oppure non l’acquisti in negozio. Se in una occasione va dato pure buon merito al portiere ternano, nell’altra, la prima, sarebbe servito il «killer instinct» classico del centravanti.

E, poi, va segnalata la crescita di squadra intesa come entità collettiva. I sei cambi annunciati da Stellone (Ichazo, Daprelà, Romizi, Basha, Martinho, Fedato) hanno forse provocato cinque-sei minuti di sbandamento, dovuti più al fatto di giocare tutti assieme per la prima volta che ad altro. La squadra ha in seguito mostrato una precisa identità tattica, raccolta nel suo rigido 4-4-2 ha occupato il campo con diligenza, corta e compatta, intelligente nello sfruttare le debolezze della Ternana, vulnerabile soprattutto se presa con la «palla alle spalle» (De Luca ottimo interprete).

E adesso mirino sul Benevento, altra matricola solo perché arriva da un campionato di Lega Pro vinto. Ma al San Nicola non può esserci spazio per gli sconti.

I risultati del quinto turno del campionato di calcio di Serie B

Ascoli-Vicenza 2-0
Avellino-Cittadella 0-1
Benevento-Pro Vercelli 1-1
Brescia-Carpi 2-2
Entella-Perugia 2-1
Cesena-Salernitana 0-0 
Frosinone-Pisa 0-0
Novara-Latina 2-2
Spal-Verona 1-3
Ternana-Bari 0-0
Trapani-Spezia 0-0

La classifica

Cittadella 15 5 5 - - 13 3
Verona 10 5 3 1 1 11 6
Benevento 8 5 2 3 - 7 3
Bari 8 5 2 2 1 4 3
Frosinone 8 5 2 2 1 4 3
Entella 8 5 2 2 1 6 5
Pisa 8 5 2 2 1 2 1
Spezia 7 5 1 4 - 4 3
Ascoli* 6 4 1 3 - 5 3
Brescia 6 5 1 3 1 6 5
Carpi 6 5 1 3 1 5 4
Trapani 5 5 - 5 - 4 4
Cesena* 5 4 1 2 1 3 3
Spal 5 5 1 2 2 7 8
Ternana 5 5 1 3 1 3 4
Novara 5 5 1 2 2 6 8
Vicenza 4 5 1 1 3 3 9
Perugia 3 5 - 3 2 4 6
Salernitana 3 5 - 3 2 4 6
Latina 3 5 - 3 2 5 9
Pro Vercelli 3 5 - 3 2 5 10
Avellino 2 5 - 2 3 2 7
* una gara in meno

Benevento 1 punto di penalizzazione

Il prossimo turno (6ª giornata, 24/9 ore 15)

Bari - Benevento; Carpi - Virtus Entella; Cittadella - Brescia; Latina - Ternana; Perugia - Spal (26/9, ore 20.30); Pisa - Ascoli; Pro Vercelli - Cesena; Salernitana - Trapani; Spezia - Novara; Verona - Frosinone (25/9, ore 17.30); Vicenza - Avellino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400