Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 20:37

quartieri e progetti

Il ponte si scopre sostenibile
Tra due domeniche niente auto

Nessun problema statico: chiusura solo per lasciare spazio a ciclisti e podisti

Il ponte si scopre sostenibile Tra due domeniche niente auto

di FRANCESCO PETRUZZELLI

BARI - Il panorama non è sicuramente dei migliori. Da un lato lumini, cipressi e loculi, dall’altro le fredde finestre del Palagiustizia. Ma poco importa. Dopo gli automobilisti in coda per un giro di prova, adesso vogliono salirci anche loro, ciclisti, podisti e pattinatori. Per una giornata ecosostenibile che tra selfie e flash mob promette il tutto esaurito all’ombra di quel pennone alto 78 metri (lì purtroppo nessuno può arrivarci).

Fresco di inaugurazione renziana, chiude al traffico il nuovo ponte senza nome dell’Asse Nord-Sud. Niente paura, nessun problema statico. La nuova arteria da 625 metri di impalcato diventerà eccezionalmente un’isola pedonale nella giornata di domenica 25 settembre, dalle 6 del mattino sino all’ora di pranzo. Un’iniziativa insolita che chiuderà, come in una sorta di appendice, la Settimana Europea della Mobilità sostenibile che anche quest’anno la città di Bari celebra già in queste ore con un fitto calendario di appuntamenti, per tutti quelli che decidono volentieri di rinunciare all’auto.

«Abbiamo scelto di chiudere per mezza giornata il nuovo ponte perché ci sono giunte davvero tante richieste da parte di ciclisti e runners. Qualcuno va già ad allenarsi», spiega l’assessore allo Sport e all’Ambiente Pietro Petruzzelli, tentato anche lui da giorni da una corsetta mattutina nel tratto stradale che va da via Tatarella a via Nazariantz (e dai più sinteticamente ribattezzato «Da Deodato a Pistolato»). E per quella domenica in tanti potranno aver già scaricato sul proprio smartphone Appxbike, l’app realizzata da Grifomultimedia che consente agli utenti di registrare i chilometri percorsi attraverso un sistema di georeferenziazione, perseguire degli obiettivi indicati dall’applicazione, accumulare punteggi e ricevere dei benefit. Con vere competizioni singole o di squadra, aggiornate con risultati e classifiche. Insomma, è caccia la nuovo Nibali in salsa barese.

«Stiamo studiando - aggiunge Petruzzelli - un bando finanziato dal ministero dell’Ambiente che intende incentivare l’utilizzo della bici prevalentemente nei percorsi casa-lavoro e casa-scuola, perché crediamo che in questo modo sia più semplice promuovere uno stile di vita più sano e, allo stesso tempo, ridurre il traffico e l’inquinamento atmosferico. E questa nuova app (oggi sarà presentata nel padiglione del Comune alla Fiera del Levante, ndr) può rappresentare uno strumento utilissimo per tracciare i percorsi dei ciclisti». La Settimana Europea della Mobilità continua oggi, dalle 8 alle 9 e 30, con il monitoraggio delle biciclette in transito nei punti più strategici della viabilità; domani invece alle 18 nella Velostazione di corso Italia sono in programma la presentazione del libro «Manuale del ciclista urbano» e la premiazione dei vincitori del concorso fotografico «Biciclet-ti-amo». Domenica alle 9 al via il Bike Day con una biciclettata da piazza del Ferrarese sino a Torre a Mare, per poi replicare in notturna giovedì alle 21 con «Pedali nella notte» in compagnia di Acli Dalfino e Parco del Castello per un tour tra i vicoli del centro storico. Dal lunedì a giovedì la carovana del mondo delle due ruote non inquinanti si sposterà nella scuola Zingarelli per lezioni su sicurezza stradale e pratica sportiva. «Abbiamo infatti previsto - spiega Roccaldo Tinelli, presidente FIAB-Bari Ruotalibera - dei progetti rivolti alle scuole attraverso cui insegniamo gratuitamente ai ragazzi la gestione della bici in sicurezza fin dal momento della partenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione