Cerca

pallavolo

Quattro moschettieri sventolano
la bandiera salentina in Superlega

Sono Colaci, De Pandis, Rizzo e Tondo: tre liberi e un centrale

Quattro moschettieri sventolano la bandiera salentina in Superlega

Sono quattro i moschettieri salentini che prenderanno parte alla Superlega nazionale di pallavolo, il massimo torneo italiano: Massimo Colaci, con la maglia di Trento, Daniele De Pandis, con la casacca di Molfetta, Marco Rizzo, che milita con il Monza, ed Alessandro Tondo, ingaggiato da Milano. I primi tre ricoprono il ruolo di libero, il quarto è un centrale.

Colaci è reduce dalle olimpiadi di Rio de Janeiro, nelle quali, con la maglia azzurra, si è fregiato della medaglia d’argento. L’atleta originario di Ugento, classe ‘85, è alla sua decima stagione in A1, la settima con Trento. Con l’Italia ha conquistato anche il bronzo ai campionati europei 2015, mentre a livello di club vanta un palmares di rilievo, avendo vinto tre scudetti (2011, 2013 e 2015), due Coppe Italia (2012 e 2013), due Supercoppe italiane (2011 e 2013), tre mondiali per società (2010, 2011 e 2012) ed una Champions League (2011). Milita in uno dei primi quattro team italiani, che lotterà da protagonista, anche se non da favorito.

De Pandis è di Lecce, è nato nel 1984 ed è al suo ottavo torneo di A1, il secondo di fila con il Molfetta. In carriera, il sodalizio più prestigioso nel quale ha giocato è il Cuneo. In A2 è stato lanciato dalla Stilcasa Salento d’Amare Taviano, con la quale è stato tesserato nel 2006/2007 e nel 2007/2008.

Rizzo è di Ugento, è un classe ‘90 ed è approdato in Superlega nel 2014/2015, annata nella quale a puntare su di lui, che alle spalle aveva già cinque campionati di A2, è stato Milano. E’ alla sua seconda avventura con il Monza.

Tondo, che è di Lecce ed è un classe ‘91, esordirà in A1 nell’annata che sta per iniziare. In carriera ha disputato cinque campionati con Reggio Emilia, quattro di A2 ed uno di B1. Milano gli ha dato la grande chance di mettersi alla prova ai massimi livelli e toccherà a lui saperla sfruttare e mettere stabilmente radici nell’olimpo della pallavolo italiana.

A differenza del 2015/2016, quando Camillo Placì (che adesso siede sulla panchina dell’Halkbank Ankara, la più importante e più ricca società turca), coach di Specchia, guidava il Latina, nella Superlega 2016/2017 non ci saranno allenatori della provincia di Lecce. [a.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400