Cerca

turismo

A Gallipoli tutto esaurito
fino a metà settembre

Operatori soddisfatti: si registra un +15 per cento nelle prenotazioni

A Gallipoli tutto esaurito fino a metà settembre

di Giuseppe Albahari

GALLIPOLI - Sabato di molte partenze e molti arrivi, ieri nelle strutture ricettive cittadine. Un turnover da piena estate. Una situazione che vede gli operatori della ricettività concordi nella valutazione positiva. Anche perché, mentre settembre, al pari di giugno, è sempre stato un mese di poche prenotazioni e presenze legate all’andamento climatico, quest’anno ci sono state prenotazioni che assicurano strutture piene per almeno un paio di settimane settembrine.

Un 15 per cento di prenotazioni in più è la vera novità di quest’anno secondo Angelo Ria, presidente dell’associazione di imprenditori del turismo «Gallipoli Città Bella», che guarda anche ai mesi scorsi. «Sul versante della “destinazione Gallipoli” - dice, con riferimento all’obiettivo del sodalizio di promozione della città e del suo hinterland - si è registrato un miglioramento sia come domanda, sia come vivibilità del territorio, senza esplosione di problemi, con il centro storico che si è confermato al centro dell’interesse di ospiti e curiosi, attenti all’arte e alla storia, oltre che alla prelibata cucina locale. Ospiti raffinati, che hanno scelto di visitare il Salento facendo base a Gallipoli. Dipenderà dalle condizioni meteo se il buon andamento delle presenze continuerà anche nelle prossime settimane - conclude Ria - ed intanto ci sono iniziative in grado di richiamare ospiti, dai convegni di notai e Udc, alla Settimana della cultura del mare e al torneo internazionale di burraco che si svolgeranno a fine settembre».

«Attualmente si sta lavorando bene e ci sono prenotazioni fino a metà settembre», conferma Neni Barba, presidente dell’associazione che riunisce 35 dei B&B cittadini. E aggiunge: «C’è stata una sostanziale continuità di presenze dopo luglio e agosto, in cui di fatto non c’erano posti liberi nelle nostre strutture. Per la seconda metà di settembre le prenotazioni sono a singhiozzo».

Il quadro è confermato anche per le strutture a cielo aperto, che non vuol dire solo tende. «I bungalow sono pieni fino a metà settembre - dice Lucio Coppola, del campeggio La Masseria, dove i posti letto disponibili sono circa 400 - e in prosieguo sono già prenotati circa metà dei posti. Per il resto, molto dipenderà soprattutto dal clima». Coppola concorda anche sul fatto che «la stagione è stata nel complesso soddisfacente e si è avuta la sensazione di un leggero miglioramento sul versante degli interessi culturali manifestati dai turisti».

In conclusione, le strutture ricettive sono piene, per altro con molte presenze straniere, benché la città possa sembrare vuota rispetto alle folle di agosto. Una contraddizione - solo apparente, in realtà - che si spiega con il fatto che «sono piene le strutture abilitate alla ricettività», come sottolinea il presidente dell’associazione degli operatori turistici Stefan Carlino, con un sottinteso riferimento alle strutture che di carte non solo non ne hanno in regola, ma non ne hanno proprio. Carlino conferma anche dal suo osservatorio, oltre che come imprenditore, che «almeno fino a giorno 10 le strutture alberghiere ed extralberghiere sono piene». Poi, molto sicuramente dipenderà da chi primeggerà, tra Giove pluvio e il carro solare di Apollo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400