Cerca

proposta di scelta civica

«La Basilicata sopravvive
solo con la Grande Lucania»

regione Basilicata sede

POTENZA - «L'unica arma che la Basilicata ha a disposizione per sopravvivere e per non rimanere completamente isolata è l’istituzione della macroregione 'La grande Lucania', unendo il suo territorio con quello del vicino Cilento, cui la legano secoli di storia e di interessi comuni». Lo sostiene il segretario regionale di Scelta civica, Gaetano Fierro, ricordando che «in Basilicata sfugge alla maggior parte dei cittadini lucani che negli ultimi anni sono stati soppressi 14 importanti presidi amministrativi (tra cui il 91/o Battaglione Lucania e il Tribunale di Melfi)».

Secondo Fierro (sindaco di Potenza dal 1980 al 1990 e dal 1999 al 2004 ed ex assessore e consigliere regionale), «se a questo elenco dovessimo aggiungere, come si suppone, l’imminente cancellazione della Corte di Appello, con la relativa soppressione del Tar regionale e della Corte dei Conti, il dado sarebbe tratto». Riferendosi al progetto de «La Grande Lucania», il segretario lucano di Scelta civica ha evidenziato che «per trovare una soluzione rapida proponiamo l’istituzione del Parco del Mediterraneo, una riforma a costo zero che unifichi i parchi del Pollino e della Val d’Agri con quello del Cilento. In poche parole - ha aggiunto - recuperiamo al nostro ragionamento una vasta area che si configura con 'La Grande Lucanià. Parliamo di una riforma giuridicamente non complicata e finanziariamente in linea con quanti intendono tenere i conti dello Stato in ordine». E mercoledì prossimo, 7 settembre, alle ore 18, al Circolo Angilla Vecchia di Potenza, si terrà l’assemblea di Scelta Civica proprio sul tema «La Grande Lucania ci salverà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400