Cerca

brindisi

Parcheggio selvaggio
blocca l'ambulanza

auto blocca ambulanza a brindisi

BRINDISI - L’ambulanza bloccata dal «parcheggiatore selvaggio» di turno - in via Lucio Scarano - mentre cercava di prestare soccorso ad una donna anziana ed in crisi respiratoria, il caos totale in via Pasquale Camassa - proprio sulla curva che conduce a via Ercole Brindisino - dove, fino alle sei del mattino, un furgone resta parcheggiato in mezzo alla strada.
La maleducazione al volante non ha confini a Brindisi, al punto tale da mettere a rischio anche la vita della gente solo per il maledetto vizio di dover arrivare con l’auto fino a ridosso della meta prefissa.

E lo sconforto e la disperazione intorno alla mezzanotte di mercoledì hanno toccato il fondo nell’assenza totale anche di forze dell’ordine che potessero arginare una situazione al limite dell’assurdo: una ambulanza del 118 bloccata per oltre 20 minuti da una Panda di colore nero parcheggiata nel punto più stretto di quel budello di via Lucio Scarano, l’unico a condurre alle Sciabbiche.
«Stiamo aspettando che ci scappi il morto?». Dire che sono imbufaliti i residenti delle Sciabbiche è dire poco.

«Non è la prima volta che un fatto del genere si ripete», dice una residente del luogo. «L’anno scorso mia madre venne salvata dal 118 all’interno dell’ambulanza che era rimasta nuovamente bloccata da un’altra auto. La cosa triste della vicenda è che abbiamo chiamato i Vigili urbani, il 113, altre forze dell’ordine, non si è visto nessuno. L’altra notte quei poveretti del 118, aiutati da alcuni residenti, hanno dovuto spostare a braccia quell’auto che ostruiva il passaggio e garantire il soccorso alla signora anziana in crisi respiratoria, non sappiamo nemmeno se si sia salvata. Eppure la situazione è ben nota al Comune, abbiamo anche avviato una campagna di raccolta firme».

Occorre fare qualcosa e al più presto. Purtroppo c’è gente che ha bisogno sempre di una divisa accanto anche per imparare le regole, regole per le quali basterebbe soltanto un minimo di buona educazione. Invece no. In via Pasquale Camassa, ad esempio nel tratto della curva che porta a via Ercole Brindisino, ogni sera ci sono decine di auto che parcheggiano tripla e quadrupla fila ostruendo perfino la curva. Altri parcheggiano persino sugli stalli destinati ai portatori di handicap. La foto in alto nel riquadro rappresenta un’altra situazione limite: un furgone bianco parcheggiato accanto allo stallo per disabili. I residenti della zona dicono che sia rimasto parcheggiato in quelle condizioni fino alle 6 di ieri mattina. E non sarebbe la prima volta. Sul parabrezza nemmeno lo straccio di una multa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400