Cerca

olimpiadi

Rio, comincia la corsa
e le ambizioni azzurre

Olimpiadi di Rio

RIO DE JANEIRO - La caccia all’oro, la speranza di salire su quel podio per coronare il sogno olimpico e premiare le fatiche e i sacrifici di quattro anni. Da oggi si fa sul serio, parte la corsa alle medaglie.
Pronti via, alle 16 italiane, ci proverà Petra Zublasing a sparare subito per la medaglia nella carabina 10 metri. La fidanzata di Campriani oscilla tra bronzo e oro, con la cinese Siling e la la serba Arsovic come principali avversarie. Stesso giorno, scenario diverso: attorno alle 21 è previsto l’arrivo della corsa su strada di ciclismo, Nibali e Aru hanno il colpo di pedale giusto per una vittoria su un percorso per scalatori, con il dominatore del Tour, Froome, e lo spagnolo Valverde, a guidare il pacchetto ristretto di favoriti: impossibile che l’occhio non cada sul lungo rettilineo d’arrivo, l'Avenida Atlantica di Copacabana. A concludere una giornata importante per l’avventura azzurra a Rio, le frecce della squadra maschile del tiro con l’arco (alle 22.07), sul podio virtuale dopo la qualificazione, la danza sulla pedana della spada della due volte campionessa del mondo Rossella Fiamingo (finale prevista alle 22.45) e le bracciate di Gabriele Detti nei 400 stile nella notte italiana (03.30).

Si resta in vasca il 7 con Tania Cagnotto e Francesca Dallapè a sfidare le cinesi imbattibili sulla carta per il primo posto dei tuffi sincro dal trampolino 3 metri (alle 21), nella giornata in cui Odette Giuffrida nel judo e la 4x100 uomini guidata da Luca Dotto (04.52) puntano al podio. Ma sarà il fucile di Jessica Rossi nella fossa (finale alle 20.45) a sparare le migliori cartucce di giornata, in una specialità come il tiro al volo che da sempre è foriera di medaglie. Si torna a sparare al chiuso l’8, stavolta è il turno di Niccolò Campriani, chiamato a confermare le performance di Rio a cominciare dalla carabina dai 10 metri (ore 17), per poi riprovarci nella carabina a terra 50 metri il 12 (alle 17) e nella carabina 50 metri 3 posizioni il 14 (ore 17), con Fabbrizzi e Pellielo impegnati invece all’aperto nella fossa (20.45 la finale). Nella notte tra il 9 e il 10 entra in acqua la divina Federica Pellegrini nei suoi 200 stile.

La portabandiera azzurra (già in vasca domani per la 4X100 sl, poi l’8 nelle batterie della sua gara a partire dalle 18.02) prova l’impresa di un podio dodici anni dopo Atene e otto dopo Pechino. Finale per nottambuli alle 03.19 del 10 in Italia. In vasca ci saranno le americane Missy Franklin e Katie Ledecky, lanciata verso il tris 200, 400 (7 agosto 04.01) e 800 stile (12 agosto 03.20).
Ma è soprattutto nella scherma (7 medaglie a Londra, 3 d’oro) che il team azzurro proverà a fare la differenza. La notte da mettere in agenda per gli spettatori dall’Italia è quella tra il 10 e l’11, per non perdere nemmeno una stoccata non solo di Aldo Montano, che torna a fare il guascone con la sua sciabola dalle 18.15, la finale è prevista alle 01.45, ma soprattutto di Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca che potrebbero regalare all’Italia una doppietta da sogno. Ancora scherma il giorno successivo, il 12, sul copione della guerra fredda: la finale di fioretto maschile a squadre (alle 23.30) vedrà l’Italia a fare da guastafeste nella sfida tra Usa e Russia, mentre nel tiro a volo Chiara Cainero sarà l'ultima cartuccia della spedizione azzurra (finale alle 20.45).

Il 14 tocca al protagonista più atteso della spedizione azzurra, quel Gregorio Paltrinieri che sui 1500 stile domina ormai la scena da due anni. Le sue bracciate per l’oro, con il solo cinese Sun Yang come avversario, in piena notte alle 03.48. Una vittoria che potrebbe accendere l’entusiasmo e dare nuova linfa a Tania Cagnotto pronta a riscattare Londra nel singolo, sempre da 3 metri (ore 16). Il 15 sarà il giorno di Elia Viviani unica speranza azzurra del ciclismo su pista: la gara a punti che assegna la medaglia alle 22.23.

Prima della cerimonia di chiusura, ultimi lampi e speranze, con i sorteggi della boxe che hanno messo il freno ai pugni delle speranze di medaglia possibili alla vigilia di Russo, Mangiacapre e Irma Testa. L’Italia spera in un ribaltamento dei valori in campo nella pallavolo con la finale donne in programma alle 03.15 di notte, impresa proibitiva per le ragazze di Bonitta, tifa per le Farfalle della ritmica in finale (16.50), e sogna il primo oro olimpico dell’Italvolley maschile alle 18.15. Quell'oro che non deve mancare il campione del Mondo di lotta libera Frank Chamizo potrebbe essere l'ultimo squillo azzurro nella «Cidade Maravilhosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400