Cerca

senza barriere

Campomarino «spiagge per tutti»
il mare anche a chi ha difficoltà

passerella in spiaggia per disabili

di NANDO PERRONE

MARUGGIO - Spiagge accessibili a tutti a Campomarino anche in questa stagione estiva. Mare e spiagge senza barriere a Campomarino grazie al progetto “Spiagge per tutti”, attuato pure quest’anno dall’Amministrazione Comunale di Maruggio in collaborazione con l’associazione “Misericordia”.
«Il progetto ha come obiettivo quello di rendere accessibile la spiaggia pubblica, o, almeno, una parte di essa, a chi ha difficoltà motorie» afferma Gianni Romito, presidente dell’Associazione Pugliese Persone Para Tetraplegiche, presente, domenica scorsa, alla cerimonia di inaugurazione del servizio. «Si tratta di un servizio gratuito, attivo tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, grazie al personale volontario della Misericordia che, utilizzando una sedia da mare, accompagna le persone disabili in acqua».
Per l’estate 2016 è stata introdotta una preziosa novità. «Grazie alla collaborazione con la fondazione “Vanni Longo”, che ha messo a disposizione gratuitamente un mezzo di trasporto, chi non ha la possibilità di essere accompagnato in spiaggia da un familiare, può raggiungere Campomarino attraverso questo nuovo servizio».

Alla cerimonia di inaugurazione del servizio, che conferma la sensibilità del Comune di Maruggio verso le fasce più deboli, hanno presenziato il sindaco Alfredo Longo, altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e il governatore della sezione di Maruggio della “Misericordia”, Cosimo Destratis. «Il Comune di Maruggio conferma di avere un’ampia larghezza di vedute: è andato oltre l’ordinanza di balneazione 2016 emessa della Regione Puglia» va notare Gianni Romito. «Non solo ha realizzato un accesso al mare, ma fornisce anche l’assistenza per le persone disabili in acqua».
Il presidente dell’Associazione Pugliese Persone Para Tetraplegiche, Gianni Romito, inizierà ora un tour di verifica dell’accessibilità delle spiagge pugliesi e dei servizi offerti ai disabili.

«Siamo partiti da Campomarino perché, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Maruggio ha posto in essere sia gli accessi che l’assistenza in acqua» prosegue Romito. «Per una regione che fa del turismo estivo una delle principali leve di crescita economica e sociale, l’ordinanza regionale sulla balneazione assume un particolare significato in tema di diritti e pari opportunità, perché è anche questo che evidenzia il grado di ricettività e capacità di accoglienza di una località. Mare e spiagge senza barriere, accessibili a tutti, in modo particolare, alle persone con disabilità, affinché possano muoversi più facilmente sulla sabbia e, soprattutto, fare un tuffo in mare. E’ questo il nostro auspicio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400