Cerca

a cisternino

«Le pietre cantano»
pensando all'Africa

«Le pietre cantano»pensando all'Africa

CISTERNINO (BRINDISI) - Dal 13 al 21 agosto torna il «Festival Pietrechecantano», la storica manifestazione di Cisternino - Comune tra i più amati dai turisti - che dal 1994 propone un cartellone di eventi e incontri con ricerca musicale, approfondimenti culturali e contaminazioni artistiche. La XXIII edizione dal titolo 'My Africas' si svilupperà nelle giornate del 13, 20 e 21 agosto, puntando su un mirabile intreccio di ritmi africani, jazz contemporaneo e suoni digitali.

Sabato 13 agosto la Masseria Cantone ospiterà MyAfricasparty, evento dedicato al jazz e alle nuove sonorità digitali. Il live vedrà salire sul palco, con il progetto Frequenze Bianche, il trio composto da Alberto Parmegiani alla chitarra, Riccardo Gambatesa alla batteria e Carlo Ferro al pianoforte. Nella serata del 13 agosto Parmegiani sperimenta in anteprima mondiale la sonorizzazione dell’opera Auropa, video art dell’artista etiope Mulugeta Gebrekidan. I dj-set saranno Nicola Conte e Capibara.

Sabato 20 agosto, in Piazza Vittorio Emanuele a Cisternino, spazio alla tavola rotonda intitolata L’invenzione della World music: colonialismo culturale e musiche migranti, un incontro a cui parteciperanno Alberto Campo (la Repubblica), Ennio Bruno (Il Mucchio e Extra Mucchio), Nicola Gaeta (Musica Jazz) e Malte Walden. E sabato 21 agosto, dalle ore 22:30 alla Masseria Mavù, i suoni della nuova Africa prendono vita con Pat Thomas & Kwashibu Area Band, la formazione di riferimento per l’intera nazione del Ghana. Il dj della serata sarà invece Aj Kwame.

Pietrechecantano 2016 è anche Ricognizione Ethiopia, la sezione tematica che accende i riflettori su alcuni artisti contemporanei. Al centro di questa analisi dal 6 al 21 agosto al Bar Fod di Cisternino (piazza Vittorio Emanuele) ci sarà l'esposizione fotografica The copy machine di Helen Zeru Araya, membro attivo di Netsa Art Village e fotografa freelance per numerose organizzazioni non governative. Parte il 18 agosto la mostra fotografica di Malte Walden, prodotta da «Marco Polo insieme per la cultura», intitolata Please, Don't Smile, che resterà in esposizione fino al 21 agosto nella Chiesa Nuova di Cisternino. Nelle giornate del 13, 20 e 21 agosto ci sarà invece la presentazione di un ciclo di videoarte project di Helina Mateferia, l’artista interdisciplinare che opera attraverso performance, video arte, istallazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400