Cerca

a Brindisi

Omicidio dopo lite
tre persone
condannate all'ergastolo

carcere

BRINDISI - Il gup del Tribunale di Brindisi Paola Liaci ha condannato all’ergastolo tre persone - Francesco Coffa, 34 anni, e Alessandro Polito, 31 anni e Andrea Romano, 29 anni - imputate dell’omicidio di Cosimo Tedesco, 52 anni, e del ferimento del figlio Luca, compiuti il primo novembre del 2014 a Brindisi. Il giudice ha accolto le richieste del pm Iolanda Daniela Chimienti.

Il delitto, commesso in un appartamento di un condominio di piazza Raffaello, al rione Sant'Elia, sarebbe scaturito da una lite avvenuta la sera prima durante una festa di Halloween organizzata per i bambini. Una bimba avrebbe accarezzato il volto di un altro bimbo con la manina sporca di panna.

L’accusa per i tre era di omicidio premeditato, aggravato dai futili motivi, e di tentato omicidio. L’arma del delitto, una Beretta calibro 9, fu trovata in possesso di Andrea Romano, arrestato dopo un periodo di latitanza.
C'è un quarto indagato, minorenne, per cui è stato disposto lo stralcio e gli atti sono stati inviati alla procura per i minorenni di Lecce.
Lo stesso giudice ha concesso una provvisionale di 30mila euro per ciascuna delle parti civili: oltre al sopravvissuto, la moglie e la madre che è anche la consorte della vittima. Il resto del risarcimento andrà stabilito in separata sede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400