Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 16:54

a Bari

Dopo i giorni del lutto
la cena bianca si farà

appuntamento mercoledì prossimo Con Agebeo raccolta per le famiglie dei bimbi leucemici

Dopo i giorni del lutto la cena bianca si farà

LIA MINTRONE

A Molfetta stasera, a Terlizzi e Adelfia sabato, a Torre a Mare il 29, a Taranto il 31, a Ostuni il 6 agosto, a Polignano a Mare l’8 agosto, a Conversano il 12 agosto e ad Andria il 10 settembre. La Puglia si ricolora di bianco dopo settimane di dolore e tristezza. E da Bari è scattata fortissima la richiesta di migliaia di persone affinché anche nel capoluogo della regione si rifacesse «Bari Bianca- A Cena Insieme» dopo l’inevitabile e sentito stop in rispetto delle vittime del tragico incidente ferroviario sulla tratta Corato- Andria.

E così gli organizzatori dell’evento (l’ideatrice Rosa Armenise Lobuono, Vanni Marzulli, Francesco Contursi e Mario Ferorelli), dopo aver annullato la data del 14 luglio, ne hanno fissato una nuova. Bari Bianca si terrà mercoledì 27 luglio, ore 21. Le iscrizioni a mezzo e-mail già inviate per la prima data, poi annullata, restano valide. In tutto erano pervenute quasi 8mila richieste di partecipazione. Nel frattempo gli organizzatori, considerando che magari qualcuno non possa più partecipare perché ormai in vacanza e fuori Bari, hanno deciso di riaprire le iscrizioni per la data del 27. Chi volesse partecipare non ha molto tempo a disposizione e può inviare una e-mail all’indirizzo elettronico
baribianca@gmail.com.

Ovviamente la location resta segreta, così come da statuto, fino a 48 ore prima della serata e sarà comunicata attraverso la pagina Facebook ufficiale.

E mentre sui social salgono e scendono le quotazioni di tanti luoghi possibili della città, dalla Muraglia e piazza Ferrarese, Parco Punta Perotti, Parco 2 Giugno, il lungomare sud piuttosto che la Fiera del Levante, ancora una volta Bari Bianca abbraccia la solidarietà.

Quest’anno oltre all’Ant (Assistenza nazionale tumori), che sarà presente con i banchetti dove sarà possibile acquistare i palloncini bianchi, Bari Bianca sosterrà l’Agebeo, associazione onlus che si dedica all’assistenza delle famiglie che hanno bambini colpiti dalla leucemia. E lo farà grazie anche agli sponsor che contribuiranno all’evento: Banca di Credito Cooperativo di Bari, Outlet Village di Molfetta, Elevatori Ascensori, Birrificio San Nicola e un imprenditore che ha chiesto di rimanere anonimo. In cantiere c’è il progetto di costruire una casa accoglienza in sostegno delle famiglie dei piccoli pazienti. Rosa Armenise, Vanni Marzulli, Francesco Contursi e Mario Ferorelli lanciano un appello al popolo bianco affinché contribuisca alla realizzazione di questa struttura. Chiunque potrà versare il proprio contributo facendo in modo che un momento di convivialità diventi anche un’occasione per sostenere chi è meno fortunato. All’arrivo del luogo prescelto, i partecipanti troveranno dei «point» della Agebeo autorizzati e preposti per la raccolta fondi.

Dicono i quattro organizzatori: «Siamo certi che vorrete aiutarci in questa grande impresa. Un fiore in meno sulle tavole per un sorriso in più».

Di fatto, Bari Bianca, giunta quest’anno alla sua quarta edizione, ha lanciato una moda in tutta la Puglia. Non c’è città o paese, dal più piccolo al più grande, dove ormai non si festeggi questa serata il cui spirito è quello di restituire ai cittadini il piacere di ritrovarsi in uno spazio pubblico attraverso il rito della tavola e della convivialità. In fondo, non è altro che un ritorno alle cose semplici di una volta, una tavola imbandita, gli amici e l’allegria. E che nessuno dimentichi di portare i sorrisi. Servono.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione