Cerca

già direttore della Gazzetta

Giornalismo, premio Maglio
assegnato a Lino Patruno

Giornalismo, premio Maglio assegnato a Lino Patruno

BARI - Sarà assegnato a Lino Patruno, editorialista della Gazzetta del Mezzogiorno di cui è stato direttore dal 1995 al 2008 e attuale direttore del Master di giornalismo, il premio giornalistico 'Antonio Magliò, giunto alla quinta edizione e incentrato quest’anno sul tema della questione meridionale. Il premio è stato assegnato al giornalista barese per l’inchiesta 'Sud, il delitto perfetto: spariti tutti i problemì, pubblicata il 10 marzo 2016 sulla Gazzetta del Mezzogiorno; motivazione, per «l'accuratezza e profondità dell’analisi sulla 'questione meridionalè, il suo stretto legame con lo sviluppo dell’Italia e le concrete proposte affinché il Mezzogiorno diventi motore di crescita per l'intera nazione».

Il premio alla carriera sarà consegnato al giornalista brindisino Angelo Maria Perrino, fondatore e direttore del primo quotidiano on-line nazionale 'Affaritaliani.it', sorto a Milano nel 1996 e che, proprio quest’anno, ha festeggiato i vent'anni di attività. Premio speciale al vignettista Nico Pillinini, per "il suo impegno nella denuncia dei mali della società italiana e nel mettere alla berlina la classe politica con la sua satira pungente». L’associazione Antonio Maglio ha voluto assegnare quest’anno un riconoscimento particolare anche a Claudio Scamardella, direttore del 'Nuovo Quotidiano di Puglià, per la battaglia giornalistica in favore del prolungamento del Frecciarossa fino a Lecce.

I premi saranno consegnati nel corso di una cerimonia che si svolgerà ad Alezio (Lecce) il 6 agosto prossimo, con inizio alle 20.30, nel piazzale del Museo Messapico, alla presenza del presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Enzo Iacopino, e del segretario generale della Federazione della Stampa (Fnsi), Raffaele Lorusso. La cerimonia, presentata dal giornalista Marcello Favale, sarà aperta dai saluti del presidente dell’associazione Maglio, on. Giacinto Urso, e conclusa dal presidente onorario della stessa associazione, prefetto Carlo Schilardi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400