Cerca

altra politica

Neosindaco di Gallipoli
alle prese con le deleghe
al Sorriso, Futuro, Bellezza...

Gallipoli

GALLIPOLI (LECCE) - Ha tenuto per sé la delega al Sorriso il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva (Pd), 30 anni appena compiuti, che oggi ha nominato i suoi cinque assessori ai quali ha assegnato deleghe alla Felicità, Futuro, Bellezza, Periferie, Creatività. Il sindaco più giovane d’Italia tra i Comuni con più di 15mila abitanti ha spiegato il perché della sua scelta.

«L'assessore alla Felicità - dice - corrisponde a quello per le Politiche sociali ed europee, che devono servire al miglioramento della qualità della vita delle persone». L’assessore al Futuro, aggiunge, «è quello alle Politiche giovanili e Sport, perché i giovani sono il futuro e dobbiamo investire per costruire condizioni concrete a dare loro un futuro migliore». L’assessore alla Bellezza, invece, si occuperà di Urbanistica che «deve servire - sottolinea il sindaco- a rendere più belle le città e non a fare speculazione edilizia». «Per me - prosegue - ho tenuto la delega al Sorriso, cioè alla Cultura, quella che fa migliorare le persone».

C'è poi l’assessore alle Periferie perché, spiega il sindaco di Gallipoli, Minerva, «metteremo al centro delle nostre politiche luoghi che finora non hanno avuto voce». L’assessore alla Creatività, poi, «si occuperà di commercio, spettacolo e turismo, «settori in cui le persone mettono a disposizione della collettività il loro talento».: sono convinto - conclude il sindaco di Gallipoli - che il compito della politica sia unire le persone, ed è proprio quello che faremo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400