Cerca

Raccolta dei rifiuti nei bar tutte le regole da rispettare

I trasgressori andranno incontro a pesanti sanzioni

OSTUNI - Per contrastare i commercianti indisciplinati, il dirigente del settore Ecologia, con ordinanza n. 99, ha disciplinato la raccolta dei rifiuti solidi urbani presso bar e esercizi pubblici di ristorazione.

«Il conferimento dei rifiuti solidi urbani – si legge - relativi alle frazioni di rifiuto di seguito indicate, prodotti da bar e da esercizi di ristorazione operanti nel centro urbano, avverrà esclusivamente attraverso le modalità prescritte. Per la frazione organica il conferimento della frazione organica dovrà essere eseguito mediante l’uso di secchielli o contenitori carrellati di colore marrone forniti dal soggetto gestore del servizio. I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata. Per consentire le operazioni di ritiro, i contenitori contenenti la frazione organica dovranno essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro. Il conferimento si farà sei volte a settimana, compresa la domenica. Sono vietate altre forme di conferimento».

«Il conferimento della plastica e delle lattine (multimateriali) - dispone l’ordinanza - dovrà essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati o sacchetti di colore giallo forniti dal gestore. I contenitori carrellati o i sacchetti dovranno essere tenuti all’interno della proprietà privata. Per consentire le operazioni di ritiro, i contenitori dovranno essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro. Il conferimento di tale frazione si farà quattro volte a settimana».

E ancora: «Il conferimento della carta e del cartone dovrà essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore bianco o in sacchetti forniti dal gestore mentre i contenitori carrellati o i sacchetti dovranno essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata. Per il ritiro, i contenitori dovranno essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro e il ritiro avverrà una volta a settimana. Per il cartone, al fine di favorire la riduzione dell’ingombro e agevolare l’operazione di prelievo da parte degli operatori, gli imballaggi dovranno essere scomposti, compattati e adeguatamente legati e sistemati negli appositi cestelli depositati a lato degli esercizi commerciali in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro. Il conferimento si farà sei volte a settimana».

Per quanto concerne l’indifferenziato/secco residuo, esso «dovrà essere eseguito mediante l’uso di secchielli o contenitori carrellati di colore grigio - impone il provvedimento - forniti dal soggetto gestore del servizio. I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata. Per consentire le operazioni di raccolta, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro. Il conferimento di tale frazione è consentito due volte a settimana».

Infine, il conferimento del vetro: «Esso dovrà essere eseguito mediante l’uso di secchielli o contenitori carrellati di colore verde forniti dalla ditta appaltatrice del servizio di igiene ambientale. I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata. Per consentire le operazioni di ritiro, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio in corrispondenza dell’inizio del turno di ritiro. Il conferimento di tale frazione è consentito quattro volte a settimana».

L’ordinanza, inoltre, stabilisce che «i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di 25 euro ed un massimo di 500 euro (ai sensi dell’art. 7-bis del d. lgs. n. 267/2000 e dell’articolo 77 del regolamento comunale sulla gestione dei rifiuti assimilati)».

La Polizia municipale e i dipendenti dell’Ati “Gial Plast-Bianco” (l’azienda incaricata della raccolta nella Città bianca) continueranno a controllare sperando in questo modo di raggiungere presto l’obiettivo annunciato dall’assessore all’Ambiente, Gaetano Nacci, di tenere la città pulita e ordinata.

ostuniemessa una specifica ordinanza per contrastare i commercianti indisciplinati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400