Cerca

proiettili in una busta

Brindisi, minacce
ad esponente politico

Brindisi, minaccead esponente politico

BRINDISI - Una busta contenente - a quanto si è saputo - due cartucce di pistola e un bigliettino è stata recapitata a Brindisi presso l’abitazione di Tony Muccio, ex consigliere comunale e ora coordinatore cittadino del movimento Noi Centro, che sostiene il nuovo sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, eletta da una coalizione di centro con l’appoggio di Cor. È stato lo stesso Muccio a ritrovare la busta. La Digos sta effettuando sul posto i rilievi e gli accertamenti di rito. Sul biglietto c'è la scritta 'Pagherai bastardò fatta con lettere di giornale.

La busta è stata ritrovata nella cassetta delle lettere dell’abitazione di Muccio, in via Gran Bretagna, al rione Bozzano. L’ex consigliere comunale è stato ascoltato dai poliziotti della Digos che stanno verificando se in zona ci siano delle telecamere.

«I messaggi minatori conditi da pallottole e composti con le lettere di giornale rappresentano il retaggio di una vecchia cultura paramafiosa che non può certo intimidire ma al contrario spingere a proseguire con ancora maggiore convinzione per la strada intrapresa». Lo scrive in una nota il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, eletta con l'appoggio di una coalizione di cui fa parte anche Noi Centro, forza politica di cui è il coordinatore cittadino Toni Muccio, esponente politico che ha ricevuto una lettera di minacce con all’interno due cartucce.

«Per questo - ha proseguito - non mi sento solo di esprimere solidarietà a Toni Muccio, ma desidero invitarlo ad andare avanti insieme, come fatto finora, per far sì che gli individui ancora in grado di compiere tali gesti, pensando di che il processo di crescita e civilizzazione intrapreso possa interrompersi, restino sempre più isolati in una città in cui la legalità e la moralità rimangono i princìpi fondamentali per la stragrande maggioranza dei suoi abitanti».

I coordinamenti cittadini dei movimenti Noi centro e Brindisi prima di tutto, al primo dei quali fa riferimento Toni Muccio, che ha ricevuto una busta con proiettili e minacce, «condannano il gravissimo episodio intimidatorio avvenuto questa mattina».

«Evidentemente il clima di veleni - aggiungono - che ha caratterizzato tutta la campagna elettorale appena conclusa continua a ostacolare il ripristino della serenità in un momento in cui invece Brindisi ha bisogno di ripartire».

«Toni Muccio, coordinatore cittadino di Noi Centro - si legge ancora - ha speso tutte le sue energie per il raggiungimento di un obiettivo che è stato centrato anche grazie al suo impegno e che è stato portato avanti nella correttezza e nel rispetto delle regole».

«Purtroppo chi avrebbe il compito di stemperare i toni - concludono - continua a fomentare un clima di polemiche e di accuse che hanno probabilmente portato alle gravissime minacce subite questa mattina da Muccio al quale esprimiamo tutta la solidarietà nella certezza che le forze dell’ordine sapranno individuare gli autori del vile gesto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400