Cerca

in arrivo a castelmezzano

Paralizzati per un incidente
ma in viaggio per l'Italia

Danilo e Luca

Danilo e Luca

Il loro viaggio in carrozzina farà tappa in Basilicata il 25 e 26 giugno a Matera e Castelmezzano. I protagonisti sono Danilo Ragona e Luca Paiardi, di 37 e 38 anni. Sono disabili da quando nel ’99, a poco più di 20 anni, il loro percorso è stato segnato da un incidente stradale che li ha costretti su una sedia a rotelle. Se per molti l’essere paralizzati dalla vita in giù significa «la fine» di qualcosa, Danilo e Luca hanno deciso e voluto fortemente che quell’incidente rappresentasse invece per loro «un inizio».
L’inizio di una vita diversa ma ugualmente intensa, ricca, emozionante. Perché vivere (e non sopravvivere) con una disabilità è possibile, perché anche su una carrozzina si può lavorare, fare sport, viaggiare, innamorarsi di luoghi e persone, conoscere, incontrare, imparare.

Dallo scorso 6 giugno Danilo e Luca sono i protagonisti di un viaggio avventuroso che li sta portando in giro per l’Italia: 30 giorni, 30 tappe, 30 appuntamenti, ogni tappa è una scoperta di un territorio, un’impresa ma anche un’occasione di incontro, confronto, speranza, evoluzione.
Durante il percorso Danilo e Luca giocano a tennis, volano in parapendio, navigano in barca a vela e kayak, vanno a cavallo, fanno rafting, snorkeling e sci nautico. A Castelmezzano proveranno l’esperienza del volo dell’angelo. Gli sport, anche quelli estremi, diventano strumento di conoscenza di sé e degli altri.
«Viaggio Italia», così hanno battezzato la loro vacanza, è anche un messaggio di speranza: un viaggio all’interno delle Unità Spinali degli ospedali, dove si inizia a capire come riprendere a vivere. È occasione di incontro e di racconto per abbattere barriere e tabù e creare una cultura della disabilità.

«Viaggio Italia» è un viaggio di rinascita, di amicizia, di coraggio e di orgoglio. Ma è anche un viaggio di cuore. Perché Danilo e Luca sanno che anche se la vita li ha messi difronte a prove dure, loro sono stati fortunati e c’è chi, come Danilo Neri, non ha nemmeno la possibilità di viaggiare. Danilo Neri è un ragazzo innamorato della vita che l’11 agosto 1998, all’età di diciassette anni, a causa di un tuffo andato male, è rimasto paralizzato con una grave tetraplegia. Danilo avrebbe voluto partire con i nostri viaggiatori, pur consapevole della fatica e delle difficoltà che durante il lungo viaggio avrebbe dovuto affrontare. D’altronde – come dice lui stesso – «lo scopo della vita è vivere e vivere significa essere consapevoli, gioiosamente, divinamente, serenamente e con ebbrezza».
Purtroppo il costoso mezzo che gli avrebbe permesso di seguire i ragazzi è ormai vecchio e rotto e ha dovuto rinunciare. Per ora segue Viaggio Italia da casa sua, grazie ad un pc a comando oculare che gli permette di essere sempre connesso. Ma la prossima volta deve assolutamente partire. E allora Danilo Ragona e Luca Paiardi hanno promosso una raccolta fondi, per comprare un nuovo furgone e aiutare Danilo Neri a ricominciare a viaggiare. L’obiettivo sono 34.000 euro, e con l’aiuto di tutti si può raggiungere. Per donare direttamente basta collegarsi a www.lmheroes.org/it/project/viaggio-italia/4/detail/.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400