Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 06:01

lotta alla mafia

Confiscati beni milionari
al fratello boss di Altamura

villa boss di Altamura

BARI - Il Tribunale di Bari ha disposto la confisca dei beni, per un valore di un milione di euro, sequestrati nell’ottobre scorso al pregiudicato 59enne di Altamura (Bari) Mario Dambrosio, fratello del defunto boss Bartolo e ritenuto il mandante dell’attentato ad una sala giochi di Altamura in cui nel marzo 2015 rimase ferito a morte il calciatore 27enne Domenico Martimucci. Vicenda per la quale Mario Dambrosio è attualmente imputato dinanzi alla Corte di Assise di Bari.

Stando a un’indagine patrimoniale dei carabinieri, Dambrosio - con precedenti per associazione di tipo mafioso, rapina aggravata, sequestro di persona, estorsione e usura aggravate - a fronte di modesti redditi dichiarati, avrebbe realizzato nel tempo un rilevante patrimonio grazie al reimpiego dei guadagni conseguiti con le attività illecite, intestando i beni a familiari e prestanome.

La misura di prevenzione patrimoniale è stata eseguita dai militari del Nucleo investigativo di Bari e riguarda un appartamento di circa 100 metri quadri con finiture di pregio e un ascensore interno, un magazzino e un garage, ad Altamura, oltre ad una lussuosa villa all’interno di un complesso residenziale a Policoro (Matera), un’auto di grossa cilindrata, disponibilità finanziarie e due quote societarie relative ad altrettante società di costruzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione